Resta in contatto

News

Gazzetta dello Sport, Lotito: “Immobile generoso, ma doveva fermarsi”

Nelle pagine interne della Gazzetta dello Sport si parla del caso Immobile. Lotito non ha gradito, ma ha preferito non calcare la mano.

“Immobile-Inzaghi, qua la mano”. Così la Gazzetta dello Sport affronta l’argomento caldo in casa Lazio. La Lazio multerà lo stesso il calciatore, nonostante le scuse. Il mister comunque lo confermerà titolare domani sera contro l’Inter. E Lotito dice: “È un generoso, vorrebbe giocare sempre, però doveva fermarsi“.

Non sarà una sfuriata, per quanto antipatica, ad incrinare un rapporto idilliaco che va avanti dal 2016. Il caso è già rientrato e per questo il presidente ha preferito non calcare la mano. Non ha gradito la scena e si è schierato dalla parte dell’allenatore, ma ha lasciato che le cose si chiarissero nello spogliatoio.

 

Leggi anche:

CorSport di Roma: Lotito non vuole individualismi

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Ha chiesto scusa basta preoccupati i piuttosto dei cori razzisti che ci sono stati a Atalanta Fiorentina quello perché non ne parlate solo e sempre della Lazio quando dovete parlargli male la rovina del calcio siete voi giornalisti che mettete imballo certe notizie avanti e sempre forza Lazio ?? non mollare mai alla faccia di tutto quello che mpnla possono vedere Lazio mia contro tutti ma nelio cuore anche se non abbiamo Ronaldo Messi e tanti altri campioni noi abbiamo i nostri campioni equel poco che danno a me piacciono lo stesso

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News