Resta in contatto

Settore giovanile

Primavera, Lazio infinita: 3-2 a Sassuolo, il campionato inizia al meglio

Lazio Primavera, tre vittorie su tre amichevoli durante il ritiro estivo

La Primavera di Leonardo Menichini bagna il ritorno in Serie A con una vittoria di carattere: in casa neroverde il “terzo vantaggio” è quello buono

Subito tre punti per la Lazio Primavera, il ritorno in Serie A festeggiato nel modo migliore possibile. Parte alla grande il campionato biancoceleste, i ragazzi di Leonardo Menichini tornano da Sassuolo con una vittoria alla prima giornata: il 3-2 all’Enzo Ricci è una prova di grande carattere.

Due volte in vantaggio, due volte ripresi dai padroni di casa, prima del gol che chiude i conti: la Lazio crea e subisce, alla fine capitalizza ed esulta. La prima rete stagionale è di De Angelis: al 37′ l’esterno si trasforma in centravanti e trasforma di testa una punizione di Falbo. I neroverdi acciuffano il pareggio in chiusura di primo tempo, con Mattioli che sfrutta l’assist di Pellegrini.

Nella ripresa, i biancocelesti tornano subito davanti: al 50′ Czyz crossa basso in area, velo di Nimmermeer per Cerbara, che controlla e batte Turati. Il 2-2 del Sassuolo arriva al 71′, quando l’arbitro punisce col rigore l’entrata di Armini su Manzari: a realizzare dal dischetto è lo stesso attaccante emiliano. Ma la voglia della Lazio di strappare la vittoria viene premiata al minuto 82: altro assist perfetto di Falbo, stavolta da calcio d’angolo, e incornata da tre punti di Franco (entrato in campo due minuti prima). I biancocelesti resistono nel finale, Alia sbarra la strada: si torna a Roma con un successo di grande cuore. E sabato 21 settembre, alle 15, ci sarà l’esordio a Formello: al Fersini arriverà il Pescara.

Il tabellino di Sassuolo-Lazio 2-3

Stadio Enzo Ricci (Sassuolo)

Marcatori: 37′ De Angelis (L), 45′ Mattioli (S), 50′ Cerbara (L), 71′ Manzari rig. (S), 82′ Franco (L)

Sassuolo (4-3-3): Turati; Shiba (55′ Saccani), Pilati, Midolo (87′ Pinelli), Aurelio; Marginean, Artioli (67′ Manara), Ahmetaj; Manzari, Mattioli, Pellegrini (67′ Oddei)
In panchina: Vitiello, Bellucci, Nagy, Steau, Notari, Martini, Mehmetaj, Rubino
Allenatore: Francesco Turrini

Lazio (3-5-2): Alia; Cipriano, Armini, Kalaj (80′ Franco); De Angelis (65′ Kaziewicz), Czyz (80′ Bertini), Minala, Falbo, Ndrecka; Cerbara (65′ Russo), Nimmermeer (55′ Zilli)
A disposizione: Furlanetto, Francucci, Bianchi, Shoti
Allenatore: Leonardo Menichini

Arbitro: Emanuele Frascaro
Assistenti: Bianchini – D’Angelo

Ammoniti: 21′ Manzari (S), 25′ Pilati (S), 41′ Kalaj (L), 72′ Armini (L), 79′ Zilli (L)

 

Leggi anche:

Alla scoperta delle ragazze della Lazio Women (parte 3 di 3)

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma Cesaroni?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vista su Sportitalia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bravissimi

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Settore giovanile