Resta in contatto

News

Marchetti: “Un giorno racconterò a mio figlio del 26 maggio”

L'ex portiere della Lazio

Federico Marchetti è stato intervistato da europacalcio.it. Ripercorsi carriera e momenti salienti. E che emozioni il 26 maggio

Federico Marchetti, ex portiere della Lazio, oggi al Genoa, è stato intervistato da Diego Marino per europacalcio.it. Il calcatore ha ripercorso i suoi esordi, i punti chiave della sua carriera e ha parlato anche dello storico 26 maggio.

“Ho fatto un percorso di crescita regolare per qualsiasi giovane che si approccia al professionismo. Gli anni al Cagliari sono stati determinanti per la mia carriera. Hanno sancito sia la mia convocazione in Nazionale per i mondiale in sud Africa, sia il mio arrivo alla Lazio”.

Degli anni in biancoceleste Marchetti dice di conservare, nonostante gli alti e i bassi, un ottimo ricordo. In particolare delle prime tre stagioni.

“Alla Lazio sono rimasto legato per ben sette anni tra “altissimi” e “bassissimi” ormai assai noti. I primi tre anni sono stati qualcosa di magico tanto che ancora oggi essere appellato come eroe del 26 maggio mi fa venire la pelle d’oca.”

Proprio le emozioni di quella storica vittoria in Coppa Italia contro la Roma rimangono indelebili nella sua memoria.

“Quel 26 maggio 2013 è entrato nella storia della Lazio e un giorno quando avrò un figlio glielo racconterò. Credo che avrò ancora gli occhi lucidi nel ricordarlo, perché sì, io c’ero. La settimana di ritiro a Norcia che ha preceduto la gara è stata da una parte un peso enorme perché ci ha allontanato dalle famiglie. Ma dall’altra ha cementificato  il gruppo, rendendolo più unito di sempre”.

 

Qui l’intervista completa.

 

Leggi anche:

Andreazzoli: “Dopo la finale di Coppa Italia volevo smettere”

 

Su Patric ci sono anche Parma e Fiorentina

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Fede sei un mitoooo?????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Federico ti ho sempre nel cuore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sei un grande Fede ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Federico, mi dispiace per tutto!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Federico uno di noi!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Anche Totti al suo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Anche noi non ti dimenticheremo mai.. Grande Federico ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

G.EAGLES SUPPORTERS

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

NON TI DIMENTICHEREMO FACILMENTE ANZI MAI DAJE AQUILOTTO.FORZA LAZIO MIA GIANNI

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

FEDERICO UNO DI NOI X SEMPRE. GRANDE.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

GRANDE FEDERICO CUORE LAZIALE SEI TUTTI NOI.CHE PECCATO SEI ANDATO VIA .SEI MIGLIORE MILLE VOLTE DI STRACKOSHA

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Si. Sarai nella storia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Federico Marchetti??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Anche noi non ti dimenticheremo mai
Grande Fede ??

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile prosegue la sua striscia di gol anche contro la Fiorentina

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News