Resta in contatto

Esclusive

Calciomercato Lazio, 3 domande all’ag. Gasbarri: “25 milioni per Wesley troppi, Jony ok”

Calciomercato Lazio, Wesley

Calciomercato Lazio, l’agente esperto in materia analizza quanto accaduto in questi primi giorni di giugno in casa biancoceleste

Nonostante il calciomercato inizierà ufficialmente il 1 luglio, la società biancoceleste già si sta muovendo. Per analizzare i temi più caldi degli ultimi giorni, la redazione di SololaLazio.it ha contattato l’agente Filippo Gasbarri:

Che ne pensi del possibile addio di Radu?

“Sono rimasto spiazzato, soprattutto se ripenso al rinnovo firmato a inizio stagione. Mi vengono da pensare due cose: o la società ha un’alternativa importante in quella posizione o crede che Radu non sia più in grado di giocare in A, ma non può essere così. Nel mercato poi tutto può succedere, magari lui ha chiesto più spazio. Certo è una brutta notizia, Radu è molto attaccato alla Lazio e i tifosi non possono non volergli bene”.

Wesley è uscito dal calciomercato Lazio, sarà un nuovo giocatore dell’Aston Villa:

“25 milioni per Wesley sono troppi, la Lazio ha fatto bene a mollare la presa. È un attaccante giovane, reduce da una stagione da 13 gol nel campionato belga, e avrebbe avuto bisogno di diversi mesi per ambientarsi a Roma. Sono sicuro che a quella cifra ci sia di meglio in giro. Il Club Brugge ha fatto un gioco al rialzo un po’ scorretto ma alla fine ha ottenuto ciò che voleva. Davanti ricordiamo che è stato già preso Adekanye. Ho avuto modo di visionarlo e credo sia un profilo molto interessante”.

Qual è il reparto che bisogna rinforzare maggiormente?

“Visto il caso di Radu, andrei a rinforzare in primis la difesa con almeno due nuovi acquisti. Ma sinceramente parlando, per fare il salto di qualità servirebbero minimo 6 giocatori: due per ogni reparto. Sarei molto contento di Jony, mi piace molto. Ha tanti assist nelle corde e può dare una mano a sinistra”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Esclusive