Resta in contatto

News

Correa, parla il suo amico-preparatore: “Abitavamo a 50 metri di distanza”

Joaquin Correa e Pablo Dip

Pablo Dip è un amico fraterno di Joaquin Correa, ma anche il suo preparatore personale: da settembre vive a Roma per allenare il Tucu e non solo

Per lui, Joaquin Correa non è il Tucu, ma il Flaco. Anche perché Tucu lo è pure lui, Pablo Dip, amico fraterno del numero 11 della Lazio e suo preparatore personale.

Entrambi sono nati a Juan Bautista Alberdi, nel nord-ovest dell’Argentina: sono come fratelli e le loro carriere – diverse ma con tanti punti d’incontro – li hanno portati a irrobustire ancora di più il loro legame.

“Abitavamo a 50 metri da casa”

Rientrato a casa per le vacanze, Pablo Dip racconto il rapporto speciale con Correa ai microfoni del sito locale ElTucumano.com:

“Conosco il Flaco da bambino, abitava a 50 metri da casa mia e giocava con mio cugino Daniel Dip. Per questo lo seguivamo ovunque”.

Pablo ha cominciato il suo lavoro di preparatore atletico da sette anni. Negli ultimi due, la sua strada e quella dell’amico calciatore si sono intrecciate in maniera simbiotica:

“Con Joaquin collaboro da un paio di anni, quando iniziai a seguirne gli allenamenti di mantenimento durante le vacanze. Nel suo ultimo anno al Siviglia, mi occupai del suo recupero dalla pubalgia. Dopodiché mi propose di diventare il suo personal trainer”.

“Collaboro anche con Patric e Luis Alberto”

E così Pablo saluta Alberdi per abbracciare l’Europa: prima in Spagna, poi a Roma dov’è si è stabilito lo scorso settembre.

“Grazie a Dio, qui ho la possibilità di lavorare sia con lui che con la sua fidanzata (Desirée Cordero, ndr), ma anche con Patric e, nell’ultimo mese, con Luis Alberto e con sua moglie”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

A pesar de lo fantasmas que son,un placer conocer personas así!! Gracias por la confianza! ???

Un post condiviso da Pablo Dip (@dippablo) in data:

Insomma, dietro al super finale di stagione del Tucu – anzi, del Flaco – c’è anche la mano di Pablo. Un pezzettino della Coppa Italia vinta dalla Lazio è anche suo.

 

Leggi anche:

La Lazio chiede ai tifosi di votare il “Gol della Stagione”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News