Resta in contatto

News

Supercoppa, in Italia o all’estero? Questo il mistero

Lazio - Verona posticipata per la Supercoppa: ecco la nuova data

Supercoppa, come riportato da CorSport c’è un nodo da sciogliere: scegliere il luogo dell’evento e conseguentemente la data

La vittoria della scorsa sera ha permesso alla Lazio non solo di aggiudicarsi l’Europa League per la prossima stagione ma anche la sfida di Supercoppa. Come accaduto nel 2017, il trofeo sarà conteso fra la Juventus, campionessa d’Italia, e la Lazio, vincitrice della Coppa Italia.

Ma c’è un nodo da sciogliere ed è il Corriere dello Sport a spiegarne il motivo. La Lega ha stipulato un accordo con gli arabi per portare l’evento della Supercoppa Italiana tre volte nel giro di cinque anni a Gedda. L’accordo prevede un bonus di 7,5 milioni da spartire: 45% fra le due squadre che si contenderanno i trofeo e un 10% destinato alla Lega stessa, organizzatrice dell’evento.

Ovviamente da un punto di vista economico, giocare la Supercoppa in Arabia fa molta più gola del disputarla in Italia. Qualora, infatti, la sfida si giocasse in patria, i club avrebbero diritto soltanto al 45% degli incassi di botteghino. E difficilmente si potrebbe raggiungere la somma garantita dagli arabi.

L’indecisione su dove disputare la finale comporta anche un’indecisione dal punto di vista della data. Nel 2017, la Lazio strappò il trofeo alla Signora, con un gol agli ultimi minuti di Murgia, in una calda serata di agosto. Se alla fine dovessero avere la meglio gli arabi sarebbe impossibile, a causa del clima, disputarla la prossima estate. Conseguentemente, proprio come accaduto quest’anno fra Juve e Milan, la partita sarebbe programmata a gennaio e sarebbe necessario risistemare il calendario di Serie A affinché possa essere sfruttata la pausa natalizia.

Secondo quanto riportato da Repubblica, infine, sarebbe in ballo anche la soluzione Cina con Supercoppa il 17 agosto. Un rebus tutto da risolvere ancora.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News