Resta in contatto

News

Cagliari-Lazio, Inzaghi: “Tre attaccanti alla pari. Milinkovic? Vediamo”

Lazio, Simone Inzaghi

Il tecnico commenta così Cagliari-Lazio, gara terminata 1-2 con le reti di Luis Alberto e Correa

Le parole del tecnico biancoceleste Simone Inzaghi a Sky Sport dopo Cagliari-Lazio (1-2):

“I ragazzi hanno fatto una grande gara che avremmo dovuto chiudere con un vantaggio più largo già nel primo tempo. Abbiamo sbagliato in fase di finalizzazione, sia per errori nostri che per sfortuna. Ho però fatto i complimenti alla squadra, oggi è stato un piacere vederla giocare. Tutti hanno dei rimpianti, ora siamo a un punto da Roma e Milan. Noi abbiamo pagato diversi infortuni nel girone d’andata, ma per il terzo anno consecutivo siamo a maggio e ci stiamo giocando traguardi importanti”.

La finale di Coppa Italia

“Sarà una partita aperta, dovremo essere bravi a far girare verso di noi gli episodi che domenica scorsa sono andati a favore dell’Atalanta. Tante possibilità di scelta in attacco? Correa ha detto bene, siamo in tanti e bisogna accettare le scelte. Penso che siano più importanti quelli che entrano. Ho tre attaccanti che meriterebbero tutti di giocare, oggi è toccato a Immobile stare fuori. Partono tutti e tre alla pari, ne giocheranno due: cercherò di fare le scelte ideali per questa partita. Se chi partirà dalla panchina ci darà una mano, avremo più possibilità di vincere”.

L’esito della finale inciderà sul giudizio finale della stagione?

“Il giudizio bisogna darlo basandosi sull’arco dei tre anni, per come si è giocato e per la mentalità che è stata data. Le partite spesso sono decise da episodi che non possiamo controllare. Mercoledì avremo con noi i tifosi dall’inizio alla fine, dovremo essere bravi”.

Milinkovic recupererà?

“È da valutare. Le risposte di ieri non sono state buone, ma mancano ancora 4 giorni.

Su Badelj:

“Badelj meritava questa occasione, sta facendo molto bene. È un giocatore importante, sempre abituato a giocare con una certa continuità”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News