Resta in contatto

News

Lazio-Atalanta, Correa e Zapata: una storia di amicizia e rivalità

Lazio, Correa

Lazio-Atalanta, l’argentino e il colombiano si ritrovano ancora sullo stesso campo dopo l’esperienza all’Estudiantes. Questa volta però da avversari

La prossima sfida di campionato Lazio-Atalanta vedrà in scena anche due amici: Correa e Zapata. Il quotidiano nazionale Il Corriere della Sera nella sua edizione romana racconta la loro amicizia.

Era il 2012 quando un giovanissimo Joaquin Correa entra in campo durante una partita di fine campionato dell’Estudiantes. Il Tucu entra per sostituire un altro nome noto alla Serie A: Duvan Zapata.

L’argentino inizierà così a ritagliarsi un suo spazio nella squadra brasiliana, tanto che nella stagione successiva a quella partita del 2012, metterà insieme una decina di presenze. Nella stessa stagione invece, esploderà il talento colombiano.

Domenica prossima i due ex compagni di squadra si ritroveranno sul campo dello Stadio Olimpico, da avversari. Per la squadra atalantina c’è in palio la concretezza del sogno Champions. La squadra capitolina invece, deve rincorrere i tre punti per tenersi attaccata al treno che porta nella massima competizine europea.

Secondo il quotidiano, i due calciatori potrebbero essere una coppia d’attacco vincente: veloce e fantasioso uno, potente e concreto il secondo. Zapata affianca Ilicic e Gomez, Correa fa da spalla a Immobile o Caicedo.

Ed ecco quindi il dilemma di mister Inzaghi: chi saranno gli attaccanti titolari contro i nerazzurri? Correa è in un’ottima forma fisica e le sue caratteristiche tecniche lo rendono adatto a questa sfida. Ma la coppia Caicedo Immobile continua a dimostrare di essere un ottimo asso nella manica del mister piacentino. Oltretutto l’ecuadoregno è in un momento d’oro e l’ultima sfida contro la Sampdoria ne è stata l’ennesima dimostrazione. L’alternativa sarebbe di nuovo Immobile in panchina. Bisognerà attendere domenica per la risposta dell’allenatore.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News