Resta in contatto

News

Milan-Lazio, Milinkovic ko: il serbo esce in lacrime dopo 15 minuti

Milinkovic verso la panchina nella sfida contro il Bournemouth

Milan-Lazio, gara sfortunata per Sergej Milinkovic-Savic: il serbo si fa male alla caviglia dopo pochi minuti ed è costretto ad abbandonare il campo

Un Milan-Lazio sfortunato per Sergej Milinkovic-Savic. Il serbo è stato costretto ad abbandonare la sfida di San Siro dopo appena un quarto d’ora.

L’infortunio per il centrocampista biancoceleste è arrivato dopo neanche 8 minuti: il numero 21 è scivolato in maniera scomposta sul terreno di gioco, subito ha avvertito un problema alla caviglia destra. Milinkovic ha provato a stringere i denti, ma al 15′ ha alzato bandiera bianca e ha lasciato il posto a Marco Parolo. Le telecamere Rai hanno poi mostrato il giocatore in lacrime in panchina, mentre si copriva il volto con la maglia e veniva consolato da Danilo Cataldi.

Segui qui Milan-Lazio:

https://www.sololalazio.it/2019/04/24/milan-lazio-diretta-24-04-2019/

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News