Resta in contatto

News

Kessie-Bakayoko-Acerbi, Tommasi: “Mai visto un gesto così deprimente”

AIC, Tommasi: "Erano prevedibili i nuovi positivi, verranno isolati"

Il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori ha parlato dell’episodio

Si erano espressi quasi tutti sull’episodio, ora lo ha fatto anche Damiano Tommasi, presidente dell’AIC (Associazione Italiana Calciatori).

Sul sito ufficiale dell’associazione è infatti apparso un comunicato, da lui firmato, circa i fatti avvenuti al termine di Milan-Lazio.

“Milan – Lazio sicuramente rimarrà nel ricordo di molti tifosi, appassionati e addetti ai lavori del calcio. Personalmente non avevo mai visto un gesto così superficiale, leggero e contro ogni “etichetta” del fair play. Lo scambio di maglia è sempre stato per me un momento dal significato enorme per un mondo tanto competitivo. Il mio armadio ne sa qualcosa a riguardo e per uno sportivo non c’è gratificazione più grande della stima di un collega. Il cimelio diventa emblema del “ho giocato con…” che sa di storia e di “lo potrò raccontare ai miei figli”. Il 33 di Francesco Acerbi è diventato, per qualche minuto, il contrario di quello che è. Per questo il gesto compiuto da Kessie e Bakayoko è tanto incomprensibile quanto deprimente. L’hanno capito anche loro, in ritardo, ma l’hanno capito e tutti siamo consapevoli dello scivolone che hanno fatto. Il giudice sportivo non ha sanzionato ma la procura sta approfondendo. Il circo mediatico è forse andato oltre e il prossimo impegno in Coppa Italia rischia di arrivare troppo presto per non risentirne. Nel frattempo Acerbi ha fatto una chiusura alla sua maniera, pulita e con tempismo. “Ci rivedremo in campo” che è l’esatto opposto del classico “vi aspetto fuori” di infantile sapore”.

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

sei arrivatoooooo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Parlare ,dopo che in tv giornalisti si stupivano del suo silenzio , perde molto di valore……..quindi non credo alla sincerità delle sue parole!!!

Roberto
Roberto
1 anno fa

Grande sportivo Tommasi..un vero sportivo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Come sindacato dei calciatori ci ha pensato un po’ prima di parlare .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

A scoppio ritardato comunque si accetta tutto che poi detto da un ex romanista fa brivido

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cerca di spostare il tiro. Occhio che ci scappa l inculata

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Parla dopo 4 giorni???mi dispiace sei poco credibile

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se lo avessimo fatto noi saremmo stati addidati come razzisti ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ben svegliato…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il buonista e poi tollera questi soprusi a danni dalla S.S.LAZIO e del super uomo FRANCESCO ACERBI ci mancava poco che ci squalificano a noi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Era ora…. meglio tardi che mai…?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

grazie

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

S’è svejatoooo!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il 24 Gambe o Palla..preferibilmente Gambe…..?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Rivoglamo la maglia subito??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La maglia deve essere RESTITUITA e venduta all’asta a favore dell’ospedale Bambin Gesù
Chi si fa carico della cosa?
Grazie

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lo doveva fare subito dopo l’accaduto…..Comunque meglio tardi che mai!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Intanto voi che state nella FIGC non avete nulla per far pagare il gesto a quei due 2 dementi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Fanno tutti i buonisti,,,però non prendono iniziative

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

A scoppio ritardato.Un altro bono…..?

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News