Resta in contatto

News

Lazio, Oliviero Garlini: “La squadra non è tranquilla, con il Milan mi aspetto una reazione”

Lazio-Sassuolo, minuto di silenzio

L’ex attaccante dei biancocelesti ha parlato a Lazio Style Radio

Oliviero Garlini, ex attaccante della Lazio, ha parlato intervistato dai microfoni di Lazio Style Radio,  del momento degli uomini di Inzaghi.

“Per me la situazione è quasi drammatica, la squadra non è tranquilla e Immobile ne è l’esempio. Non può sbagliare quei gol, dopo va giù il morale e perdi la fiducia. Probabilmente Ciro è nervoso anche per la situazione in nazionale, dovrebbe stare tranquillo e parlare con lo staff. Tanti giocatori sono in crescita e forse sono ancora in tempo per lottare per la Champions League, dipende anche dal risultato contro l’Udinese. Quando entri in campo con squadre che devono lottare per non retrocedere è dura, bisogna dare qualcosa in più che la Lazio non ha dato contro Sassuolo e SPAL. In questo momento non si può sbagliare nulla, tutti i compagni si devono aiutare a vicenda e devono entrare in campo con serenità e voglia di vincere, come hanno fatto nel derby e contro l’Inter”.

LAZIO-SASSUOLO – “Il gol di Berardi non si può prendere, occorre anche saper difendere e saper gestire i diversi momenti della gara, persino Leiva ha fatto fatica. Radu l’ho visto in grande difficoltà, invece mi è piaciuto Marusic perché ha aiutato la squadra sia in fase offensiva che difensiva, anche se va recuperato qualcosa sotto l’aspetto mentale”.

MILAN – “È crollato dopo aver perso il derby, ora fa molta fatica in fase difensiva e non basta quello che riesce a creare Piatek in attacco. Gattuso sta facendo rendere la squadra di più rispetto al suo reale valore, ma ora il Milan è in sofferenza sia fisica che mentale”.

MILAN-LAZIO – “Mi aspetto una reazione dalla Lazio, Milinkovic è sicuro di sé e può essere decisivo per dare la svolta. Nei momenti di difficoltà bisogna affidarsi a lui e Luis Alberto. Sarà fondamentale l’approccio alla partita, personalmente farei giocare Parolo perché può aiutare in difesa e dare maggiore equilibrio”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Buona sera ragazzi vi lascio il link del mio canale youtube faccio video sulla lazio e prendo i giro la roma con i suoi tifosi.
Vi chiedo solo di iscrivervi al canale cosi possiamo divertici tutti insieme e con l’iscrizione mi aiutate nel far crescere il canale e posso continuare con i video.
Auguro una buona giornata a tutti e forza lazio.

https://www.youtube.com/watch?v=81gmQADhI4A

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Un pò di positività no eh!!! Daje regà ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Garlini me lo ricordo!!! Ragazzi state tranquilli, perché con la tranquillità di raggiungono le mete previste

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News