Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Lazio, oltre Ciro non ci sono “secondi marcatori”

Ciro Immobile

I dati relativi ai “secondi marcatori” dicono che la Lazio oltre a Immobile ha la quota gol più bassa di tutta la serie A.

Lazio Page riporta una statistica importante sulle statistiche realizzative della Lazio. Il dato significativo sui marcatori dei gol dice che oltre ad Immobile, a quota 14 centri, i “secondi marcatori” della squadra sono Milinkovic, Caicedo e Lulic. Tutti a quota 4. È il dato più basso di tutta la serie A.

Se non segna Ciro, alla Lazio non lo fa nessun altro. Le concorrenti per la Champions possono vantare numeri decisamente migliori. La Roma ha Dzeko a quota 7 gol come secondo miglior marcatore della squadra. L’Inter Lautaro Martinez con 6. Addirittura all’Atalanta Ilicic è a 11 centri.

Nel caso ce ne fosse stato ulteriormente bisogno, questo dato sottolinea come l’attacco biancoceleste quest’anno stia lavorando a giri ridotti. La Lazio dovrà necessariamente migliorare questi numeri al livello di squadra per lo sprint finale. Magari già da sabato a Milano.

 

I vantaggi non incrementano quasi mai

Questo dato negativo sui secondi marcatori influisce anche su un’altra statistica poco confortante. La Lazio quando passa in vantaggio non riesce quasi mai a incrementarlo. Sempre Lazio Page riporta che solo 16 dei 44 gol messi a segno dalla Lazio hanno aumentato un vantaggio acquisito. 7 delle prime 9 in classifica hanno fatto meglio.

Senza poter contare sui gol dei compagni, il solo Immobile ha sulle spalle quasi tutto il peso dell’attacco. In un’annata normale per Ciro, senza particolari exploit (come l’anno scorso), la Lazio avrebbe decisamente bisogno di più bocche da fuoco per segnare. Altrimenti il rischio di dilapidare i vantaggi acquisiti diviene sempre più concreto.

Ieri per la sesta volta in stagione i ragazzi di Inzaghi non hanno vinto dopo aver segnato per primi. Solo il Milan ha un dato peggiore (7) tra le squadre di testa. E a questo punto i laziali, al contrario di prima, si augurano che i rossoneri non inizino a migliorare le loro statistiche proprio sabato prossimo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Approfondimenti