Resta in contatto

News

Lazio, Farris sulla gara col Milan: “Per l’arbitro ci sia massima serenità”

Lazio, Rosario Abisso

Lazio, il vice di Simone Inzaghi racconta quanto emerso dall’incontro con gli arbitri. Ed esprime un augurio per la sfida col Milan

Giusto il rigore assegnato alla Lazio contro il Sassuolo. Lo ha dichiarato il designatore arbitrale Nicola Rizzoli, nel corso dell’incontro in Lega tra i direttore di gara e i rappresentanti dei club di Serie A. Per i biancocelesti, oltre a capitan Lulic, era presente anche Massimiliano Farris.

Il vice di Simone Inzaghi è intervenuto a Lazio Style Radio per raccontare quanto emerso durante il meeting e proiettarsi già alla gara di sabato sera contro il Milan.

“Per gli arbitri giusto il rigore di ieri”

“Senza alcun dubbio per gli arbitri, per regolamento, è stato giusto assegnare il rigore alla Lazio e sarebbe stato giusto riconoscere un penalty al Milan nell’ultimo incontro con la Juventus. La classe arbitrale ha ammesso l’errore di non aver assegnato il penalty al Milan sabato scorso”.

“La spiegazione del fallo di mano di Locatelli”

“L’arbitro aveva già fischiato il rigore quando è stato chiamato dal Var. Ci hanno spiegato perché il direttore di gara è stato chiamato a visionare nuovamente l’azione, ovvero per analizzare la deviazione precedente al tocco di mano di Locatelli. È stato detto che, dal momento in cui si interviene su un tiro con la volontà di prendere il pallone e la sfera colpisce un braccio aumentando il volume corporeo, per la classe arbitrale non c’è dubbio, è calcio di rigore, anche se prima di impattare la mano, la sfera colpisce una parte del corpo che si frappone.

“Si è detto anche che i difensori sono penalizzati affrontando attaccanti rapidi con le mani dietro la schiena, implicitamente è emerso che chi legifera nel mondo del calcio non è un tecnico o un ex calciatore, ma una persona intenzionata a vendere un prodotto e, per questo motivo, c’è interesse nei confronti dello spettacolo”.

“In aumento le ammonizioni per proteste”

“Ci hanno fatto vedere che sono aumentate le ammonizioni per proteste, vorrebbero diminuire questa quota per lavorare con più serenità in campo. Il bello del calcio è anche la polemica, ma nel nostro Paese se ne abusa per tanti motivi. I direttori di gara saranno inflessibili; viene accettato un dialogo tra capitano e arbitro in precedenza al controllo Var. Dal momento in cui viene presa una decisione, però, il calciatore che andrà a protestare con il direttore di gara sarà ammonito automaticamente”.

“Sabato in Milan-Lazio ci sia serenità”

“Secondo il regolamento, il Milan è stato danneggiato nell’ultimo incontro, mentre la Lazio ha raccolto quanto le spettava. Speriamo che l’arbitro designato per la gara di sabato prossimo possa approcciare all’incontro con la massima serenità, anche perché, se il Milan è stato danneggiato nell’ultimo turno di campionato, noi siamo stati l’unica squadra ad aver subìto un gol di mano, proprio contro i rossoneri”.

 

Leggi anche:

Incontro arbitri-club, Rizzoli: “Giusto il rigore per la Lazio”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da News