Resta in contatto

News

Lazio, Diaconale: “Prepariamoci a una campagna stampa contro di noi”

Diaconale attacco a Malagò: "Si parla di etica ma non capisco il filo logico"

Lazio, il responsabile della comunicazione Arturo Diaconale ha parlato in radio di quello che, secondo lui, attenderà la Lazio fino a fine stagione.

Arturo Diaconale è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Incontro Olympia (fm 105.8). Il responsabile della comunicazione della S.S. Lazio ha parlato della partita di ieri, con tutto quello che al livello mediatico sta succedendo e succederà, secondo lui, fino a fine stagione.

“Essere stufi adesso delle critiche verso la Lazio è prematuro – ha detto – Dobbiamo prepararci a un paio di settimane di campagna stampa contro di noi. La Lazio non ha solo l’impegno di sabato contro il Milan, ma anche quello successivo di Coppa Italia. Mi sembra evidente che ci sia l’intenzione dei media nazionali di favorire la squadra milanese rispetto a quella che viene dalla Capitale. Fa parte di un gioco mediatico che conosciamo benissimo. Su quel rigore basterebbe applicare il regolamento per sapere che il braccio allargato dopo aver toccato un’altra parte del corpo non è automaticamente involontario. Quel rigore è quindi sacrosanto”.

Diaconale ha poi ribadito gli obiettivi primari della squadra e della società. Ha sottolineato che nessuno pensa di rinunciare a qualcosa per ottenere altro. Champions e Coppa Italia: la Lazio vuole prendersi tutto. “Dobbiamo essere consapevoli che nella corsa Champions e in Coppa Italia siamo arrivati ad un punto nel quale gli interessi sono importanti per quanto riguarda chi ci entra e chi no – ha dichiarato il dirigente biancoceleste – Noi saremo sempre leali, puliti e trasparenti. Noi vogliamo sia andare in Champions che vincere la Coppa Italia, perché rappresentano due traguardi importanti per la società. Nessuno rinuncia a nulla, sia chiaro. Dobbiamo però essere consapevoli che gli ostacoli che ci verranno messi davanti saranno tanti e verranno da più parti”.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News