Resta in contatto

News

Lazio-Sassuolo, Peluso e De Zerbi in coro: “Il rigore non c’era, è grave”

Lazio-Sassuolo, Rosario Abisso

La delusione dei due tesserati neroverdi dopo Lazio-Sassuolo, gara finita 2-2 con il gol di Lulic nel finale

Con queste parole, rilasciate in mixed zone dopo Lazio-Sassuolo, il difensore Peluso commenta l’episodio del rigore assegnato ai biancocelesti e poi trasformato da Immobile per il momentaneo 1-0:

“Abbiamo protestato perché il regolamento è chiaro, se la palla tocca prima una parte del corpo e poi la mano non è rigore. Ne prendiamo atto, secondo noi è stata una svista ma sono episodi che capitano in una partita. Se Abisso ci ha spiegato? No non ci ha detto niente”.

Sempre nel post di Lazio-Sassuolo, ecco invece le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico De Zerbi:

“Grave. Si è ribaltato il regolamento. L’unica cosa vera. Quando la palla tocca una superficie che non sia il braccio, il rigore non si dà. Si è andati contro le regole: se si va contro le regole è qualcosa di molto grave. Non vorrei che siccome siamo considerati fuori dai giochi allora si possa pensare che il torto pesi meno. Noi non abbiamo mai fatto polemiche, però oggi è brutto subire questo. Il braccio largo? Non significa nulla, la palla ha toccato prima un’altra superficie. Se vogliono cambiare la regola, ce lo facciano sapere”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News