Resta in contatto

Pagelle

Spal-Lazio, le CARDOPAGELLE: Patric ingenuo (rigorino a parte), Strakosha il migliore

Spal-Lazio, Patric

Spal-Lazio, i voti e i giudizi dei biancocelesti scesi in campo nella partita persa a Ferrara

Strakosha 6.5

Il migliore della Lazio: tiene in piedi la baracca con belle parate su Floccari e due volte su Fares. Speravo in una prodezza sul rigore, come quella volta su Dybala allo Stadium (pure allora il fallo fu di Patric), ma per i miracoli deve ancora attrezzarsi.

Patric 4

Come contro il Parma, era stato bravo e poi rovina tutto con una colossale ingenuità: stavolta intervento in area che un difensore non deve mai fare. Bastava limitarsi a controllare l’avversario. Il contatto sembra esserci, quindi Patric sbaglia. E in quell’attimo diventa il peggiore in campo. Poi c’è la solita questione del Var: non c’era chiaro errore, quindi non doveva intervenire. E Cionek, appena tocca il pallone, si lancia per terra. Insomma, il classico rigorino ino ino. Solo alla Lazio possono dare contro un penalty nonostante chi cade a terra dica di non aver subito fallo (per evitare il giallo per simulazione).

Acerbi 6

Serata trascorsa più a impostare che a difendere. Petagna si vede solo quando va sul dischetto per il rigore.

Bastos 6

La Spal lo lascia costruire perché di certo non è la sua specialità. Non commette errori, forse poteva osare di più.

Marusic 6

Si vede che non ha giocato al Meazza perché è tra i più brillanti, anzi tra i meno appannati, prova a spingere ma in questo caso sono i compagni a non assisterlo.

Milinkovic 5

Capito subito che sarebbe stata una di quelle serate in cui irrita invece di esaltare. Perché ha ripreso a giocare di suola, spocchioso e non efficace. Stavolta ricami inutili, a parte una palla scucchiaiata per Leiva in area. Come la Lazio, appena ci si sente imbattibili si finisce per cadere.

Leiva 6

In forma precaria, se la cava con l’enorme mestiere. Subito assist prezioso per Immobile, sprecato. E sfiora perfino il gol personale con una percussione interessante. Gli è mancato molto il sostegno di Parolo.

Luis Alberto 5

Con Milinkovic, l’altra delusione della serata. Tocca tanti palloni, ma senza ispirazione, senza guizzi. Il genio è rimasto nella lampada, così ha lasciato la Lazio al buio.

Lulic 5.5

Gli tocca quel furetto micidiale di Lazzari, lui soffre e quindi fatica a ripartire. Stanchissimo, lascia il campo a Durmisi.

Correa 5

Serata no per i “Fab Four”, compreso il Tucu. Prova ad accendersi tra le linee strette della Spal, ma non trova né i compagni per i consueti fraseggi né la giocata personale. Annebbiato.

Immobile 4.5

Periodo no per Ciro. Solo tre gol in campionato nel 2019, due reti negli ultimi due mesi, Coppe comprese. A Ferrara l’anno scorso ne aveva fatti 4, stavolta si mangia l’ennesimo gol di questa stagione un po’ così: l’assist di Leiva meritava ben altra conclusione. E quando a dirigere la partita c’è il compaesano Guida, di Torre Annunziata come lui, si innervosisce perfino più del solito.

Caicedo 5.5

Sembra il più vivo tra gli attaccanti, ma non va oltre le solite sponde e qualche tentativo di fraseggio al limite dell’area.

Durmisi 5.5

Duello con Lazzari sulla fascia, rischia l’ammonizione, gira un po’ a vuoto.

Parolo sv.

Inzaghi 5

Facile giudicare con il senno di poi, ma Luiz Felipe era carico dopo la grande prestazione del Meazza: perché cambiare per inserire Patric? Non riesce a trovare contromisure alla perfetta organizzazione difensiva della Spal.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Grandissimo, rimarrai nei nostri cuori per sempre! E segna sempre lui......"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Pagelle