Resta in contatto

News

Lazio, la moviola del CdS: “Guida guarda solo un’immagine”

Lazio - Roma, ecco i nomi: arbitra Guida e alla Var Mazzoleni

L’episodio singolare tra Patric e Cionek al 90′ determina la sconfitta della Lazio a Ferrara per 1-0

Fioccano le polemiche in casa Lazio per il rigore concesso da Guida alla SPAL al 90′.

L’episodio è davvero singolare. Cionek cade davanti a Patric, si alza subito e mentre l’arbitro indica il dischetto, lui fa ‘no’ con il dito per paura di ricevere il giallo per simulazione. Il direttore di gara prima ci ripensa e ammonisce il difensore della SPAL, poi va al monitor e assegna il tiro dagli undici metri, realizzato con freddezza da Petagna.

La moviola Corriere dello Sport si interroga sulla decisione di Guida, che al monitor vede sempre e solo un’immagina, la stessa, oltre tutto poco chiara. Il contatto c’è ma si capisce poco sull’entità: ne sarebbero servite altre da più angolature.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano
Stefano
1 anno fa

Non serve una interrogazione parlamentare, se una sola immagine è chiara basta e avanza. Se il tocco c’è è rigore, attaccarsi all’entità del tocco è da perdenti.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Qualcuno si è scordato cosa combinò questo a Cagliari Lazio lo scorso campionato e nella partita di andata con la spal quando alla fine del primo tempo Immobile viene atterrrato davanti l’area, era punizione ed soluzione del difensore ma lui fece proseguire è una maledizione con noi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per me Guida non portava gli occhiali o forse ciaveva gli occhi foderati di prosciutto sempre forza Laziooooo!!!alla faccia di chi ci vuole male nonna Franchina la Laziooooo non si tocca ciao

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Con un arbitro normale pareggi. Invece perdi.
A fine anno ti ritrovi con dei punti in meno che pesano come macigni tanto più che alle avversarie invece i punti li regalano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mi fa arrabbiare il fatto che gli arbitri ce l’hanno con noi, però anche i nostri giocatori commettono cavolate proprio all’ultimo minuto.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Con la Lazio al var serve solo una immagine. L’importante che sia adatta ad avvalorare l’eventuale decisione contro! In caso contrario o si guardano e riguardano all’infinito oppure le immagini buone arrivano nel secondo tempo!?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Che gli arbitri non ci hanno mai aiutato è ormai certo, ma ieri ci siamo fatti male da soli,a Firenze idem,se diamo colpa all’arbitro diamo alibi a giocatori che alibi non possono avere.

Stefano Mimmocchi
Stefano Mimmocchi
1 anno fa

Da l’unica immagine che ha fatto vedere Sky non si capisce con certezza se tocca il giocatore o no.
Ci sono in giro immagini migliori da altre angolazioni? Almeno vorrei togliermi il dubbio…
Comunque situazione assurda e strana all’inverosimile.

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News