Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Spal-Lazio, Inzaghi: “Dovevamo segnare. Il rigore? Io ho visto una spinta su Leiva”

Lazio, Simone Inzaghi

Spal-Lazio, Simone Inzaghi parla dopo la sconfitta dei biancocelesti al Paolo Mazza di Ferrara: le dichiarazioni del tecnico

Abbiamo pagato lo scarso cinismo. Abbiamo avuto tre occasioni nitide con Immobile, Leiva e Marusic. Una squadra matura come noi deve vincere questa gara. E se non riesci a vincerla, devi almeno pareggiarla. Perdiamo un’occasione importante, ma dobbiamo pensare alla prossima, è ancora tutto aperto“. (@conferenza)

C’è rammarico, la prestazione l’abbiamo fatta, ma dovevamo segnare. Una volta che la partita era incanalata sul pareggio, c’è stato questo episodio del Var di cui si discuterà molto. Dobbiamo guardare alla prossima e stare tranquilli”. (@Lazio Style Channel)

La Spal ha fatto la partita che ci aspettavamo, ci hanno atteso e ripartivamo. A parte un tiro di Fares non abbiamo rischiato nulla, ma noi dovevamo essere più cinici. Con il gol di Immobile dopo 6 minuti sarebbe stata un’altra partita, ora prepariamoci nel migliore dei modi per la prossima gara“. (@conferenza)

Con la Spal avevamo già avuto difficoltà alla prima dello scorso campionato. Era una partita incanalata sullo 0-0, poi ci sono questi episodi del Var, dobbiamo abituarci“. (@conferenza)

Il rigore non l’ho rivisto, i ragazzi nello spogliatoio mi hanno detto che non c’era. L’unica che ho visto è che secondo me Leiva è stato spinto quando ha avuto l’occasione del tiro parato sul primo palo da Viviano“. (@conferenza)

Speriamo che Radu e Pedro Neto possano rientrare domenica, per stasera non erano in grado“. (@conferenza)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News