Resta in contatto

News

Serie A, i risultati degli anticipi: vincono Udinese e Juventus. Tonfo del Milan

Serie A, Emilia Romagna dal 4 maggio ok agli allenamenti nei centri sportivi

Serie A, i risultati degli anticipi di oggi: bene l’Udinese e la Juventus, altro stop per il Milan.

La sfida di ieri sera tra Chievo e Cagliari ha visto i sardi trionfare 0-3 al Bentegodi. Oggi, negli altri tre anticipi di Serie A, alle 15 l’Udinese si è imposto per 2-0 sul Genoa. Poi, alle 18, la Juventus ha archiviato, non senza qualche difficoltà, la pratica Empoli per 1-0. In serata a Marassi il Milan crolla al cospetto della Sampdoria

 

Udinese-Genoa

Al Friuli i bianconeri erano chiamati ad una riscossa per non finire risucchiati nel vortice della lotta retrocessione. Il ritorno di Tudor in panchina dà subito i suoi frutti. Okaka e Mandragora mandano KO il Genoa con un gol per tempo e regalano 3 punti alla squadra del patron Pozzo.

 

Juventus-Empoli

A Torino arriva un Empoli a caccia di punti salvezza. I ragazzi di Andreazzoli disputano una prova gagliarda e riescono a tenere bene il campo contro una Juve non brillante in manovra. Solo la zampata di Moise Kean al 72′ sblocca il match, indirizzandolo a favore dei padroni di casa. Il diciannovenne vercellese è in un vero momento di grazia. Dopo i due gol consecutivi con la Nazionale, arriva per lui il terzo sigillo in tre partite di fila. La squadra toscana, nonostante l’ottima prova, resta a bocca asciutta e drammaticamente immischiata nella lotta salvezza. Domani il Bologna avrà l’occasione per il sorpasso.

 

Sampdoria-Milan

Tonfo del Milan a Genova. Un errore di Donnarumma dopo nemmeno un minuto regala il vantaggio ai blucerchiati con Defrel. Nei successivi 89 minuti i rossoneri non sono riusciti a creare pericoli costanti in zona gol e la Samp ha potuto continuare a gestire dettando il ritmo della partita. Un pressing costante ha asfissiato le manovre offensive dei Diavoli, cui il Var ha negato (giustamente) un rigore nel finale. La seconda sconfitta consecutiva per gli uomini di Gattuso fa sorridere le contendenti e rilancia in zona Europa League i genovesi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News