Resta in contatto

News

Aquilani: “Potevo scegliere tra Roma e Lazio. Ha vinto il cuore”

L’ex centrocampista della Roma intervistato da Gianluca Di Marzio ha raccontato della scelta di cuore che lo ha portato nelle giovanili giallorosse.

Al cuor non si comanda, recita un adagio popolare. Nel caso di Alberto Aquilani, come in tanti altri prima e dopo di lui, è stata decisiva proprio la fede per la squadra del cuore a portarlo da ragazzino dalle parti di Trigoria.

Ritiratosi dal mondo del calcio giocato, Aquilani ha da poco acquistato la Spes Montesacro, la società in cui iniziò a calciare i primi palloni da bambino. Nell’intervista concessa a Gianlucadimarzio.com, l’ex centrocampista anche della Nazionale ha ripercorso la sua carriera, raccontando anche l’aneddoto sul suo approdo alle giovanili della Roma. “Dovevo scegliere tra Roma e Lazio – ha detto – Tempestilli disse a mio padre di andare a Trigoria per firmare. Il cuore decise per me

32 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
32 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Che fortuna ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Un chissenefrega non guasta mai, sta sempre bene con ogni temperatura e va con tutto… ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

E Menomale che il cuore la comandato bene ha ha ha ha

Enrico Ciaffaroni
Enrico Ciaffaroni
1 anno fa

E Menomale che il cuore la comandato bene!!!ha ha ha ha ha

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

mejo così

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Estiqaatsi.. è molto contento

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Che salvata…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

E hai fatto la scelta giusta???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Volevo dire hai detto sì a chi ti ha fatto lavorare insomma Chi ti ha fatto che ti sei acchiappato bugiardo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Brutta bugiardo hai detto sia chitarra catarro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

E allora????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Hai fatto benissimo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per fortuna

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ottima scelta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Un fenomeno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meno male eri sempre rotto.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meno male. ?????????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Eh beh..che sfiga,ci siamo persi un campione come te!!!!!!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meno male

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ottima scelta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per fortuna !!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

l´avemo scampata bella 🙂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Hai fatto bene ciclope.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Menomale…….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ha fatto bene. Se è della roma che c’è doveva veni’ a fa’ con la nostra LAZIO ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Onesto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

ringraziamo sentitamente il tuo cuore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

be infatti è un fallito

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma se tifa Juve… il cuore???? Hai scelto i soldi…. soldi…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non ci siamo persi niente….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

ecchissenefrega.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meno male!!!

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News