Resta in contatto

News

Lazio, Durmisi: “Ho passato momenti di depressione, ora voglio giocare”

Calciomercato Lazio, Fenerbahce su Durmisi e Kolarov

Un finale di stagione per dimostrare le proprie qualità

L’esterno della Lazio, Riza Durmisi, ha fatto il punto sulla sua esperienza sin qui a Roma. Intervistato dal quotidiano danese BacksTage, ha raccontato come ha vissuto questi mesi in biancoceleste, caratterizzati purtroppo da numerosi infortuni. La voglia di dimostrare le proprie qualità è tanta, nonostante il 25enne danese abbia ammesso come non sia stato facile affrontare questo periodo lontano dal terreno di gioco:

Momenti di depressione

“Vivere periodi in cui non si gioca per molto tempo è difficile e lo è stato anche per me. Ho trascorso momenti di depressione, ma ne sono venuto fuori pensando alle cose belle della vita. Mi sento fortunato, faccio il lavoro che sognavo e non è una cosa scontata. ”

La concorrenza a Lulic

“Parlo costantemente con il ds Tare. Lui sa che la mia stagione sarebbe potuta essere diversa, se non avessi avuto una serie di infortuni. Mi dice di avere pazienza e che arriverà la mia occasione per giocare e dimostrare a tutti quali sono le mie capacità. Mi sto allenando bene e spero già domenica con il Parma di riuscire a guadagnarmi qualche minuto. So che fare concorrenza a Lulic non è facile. Lui è il capitano della Lazio e gioca qui da otto anni, ma resto ottimista per il futuro.”

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News