Resta in contatto

News

Serie A, i risultati di oggi. Ok Inter, stop Napoli.

Serie A, il Parma batte in casa il Lecce di Liverani (2-0)

Serie A, nel pomeriggio l’Atalanta espugna Marassi, il Toro inguaia il Frosinone e l’Inter supera la Spal. All’ora di pranzo vittoria del Bologna sul Cagliari. Alle 18:00 solo pari a Reggio Emilia.

Dopo gli anticipi di venerdì e sabato, altri quattro match si sono giocati oggi pomeriggio, in questa 27° giornata di Serie A.

Vittoria dell’Atalanta 2-1 in casa della Sampdoria. Partita delicata in chiave europa. Il 20° gol di Quagliarella non è stato sufficiente ai blucerchiati. Zapata e Gosens hanno regalato 3 punti alla Dea che sale a quota 44 e riaggancia momentaneamente il treno Champions.

Sempre nella corsa al terzo e quarto posto, risultato importantissimo dell’Inter che supera 2-0 la Spal. Di Politano e Gagliardini le marcature. Nel prossimo turno i nerazzurri saranno impegnati nel derby contro il Milan, ieri vittorioso a Verona. Le milanesi sono separate da un solo punto.

Nella zona bassa della classifica, il Toro mette nei guai il Frosinone. Una doppietta di Belotti rimonta il gol di Paganini e affievolisce le speranze salvezza per i gialloblu. Questa sconfitta casalinga lascia i ciociari a 17 punti, penultimi a cinque lunghezze dall’Empoli, domani impegnato contro la Roma all’Olimpico, e a quattro dal Bologna.

Proprio la squadra felsinea ha battuto all’ora di pranzo il Cagliari al Dall’Ara per 2 a 0. I gol di Pulgar e Soriano hanno rilanciato gli uomini di Mihaijlovic nella lotta per la permanenza in Serie A. I sardi restano a quota 27, a meno 3 dal Genoa ieri sconfitto 1 a 0 a Parma con rete decisiva dell’ex Kucka.

I posticipi della domenica: stop per il Napoli

Alle 18:00 è sceso in campo il Napoli a Reggio Emilia contro il Sassuolo. 1-1 il finale. Insigne a 4′ dalla fine ha pareggiato il gol di Berardi siglato in apertura di secondo tempo. I partenopei, dopo il 4-1 di venerdì della Juventus sull’Udinese, sono distanti 18 punti dai bianconeri e ora devono guardarsi le spalle. Con solo 6 punti di margine sul Milan terzo, da qui alla fine la squadra di Ancelotti non potrà permettersi altri passi falsi se vorrà mantenere saldo il secondo posto.

In serata a Firenze la Lazio dovrà rispondere alle concorrenti in lotta per la Champions. Davanti troverà una Fiorentina a caccia del riscatto dopo la sconfitta contro l’Atalanta di una settimana fa (qui la diretta scritta).

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron, Almeyda, Simeone, Sergio Conceicao, Nedved...una squadra stretodferica, un centrocampo stellare, lui, Juan Sebastian, uomo ovunque, leader in..."

Signori, è segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Ricordi che rimarranno per sempre con lui ho vissuto i miei primi anni in curva nord e di calcio fatto di cuore e non di business."
Lazio, Miti: Miroslav Klose

Mito Klose: cosa significa per te averlo visto segnare con la maglia della Lazio?

Ultimo commento: "A parte Piola, di cui non ho mai visto le gesta, Klose è il più forte attaccante della storia della Lazio."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Secondo me è il momento più intenso e di attaccamento nel rapporto squadra-tifosi. Indimenticabile Eugenio. Andrea"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News