Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio, Immobile show a Tiki Taka: “Questo derby vale triplo!”

Lazio, Immobile Tiki Taka

Lazio, Ciro Immobile ospite d’eccezione di Tiki Taka su Canale 5.

Ha messo il suo timbro sulla vittoria della Lazio, anche senza partire da titolare. Ciro Immobile è uno dei protagonisti assoluti del derby vinto 3-0 e stasera è stato ospite di Pierluigi Pardo a Tiki Taka.

Nel corso della trasmissione di Canale 5, il numero 17 biancoceleste ha toccato diversi temi: dal trionfo contro la Roma all’attesa per il terzo figlio, fino alla lotta Champions e al suo futuro. Ecco le sue dichiarazioni:

Derby che vale triplo

“A metà settimana ho avuto questo problema fisico, ma in realtà è da tre settimane che me lo porto dietro. La troppa voglia che ho di stare in campo mi fa stare male dopo. Non sono partito titolare nel derby, ma alla fine è stata la scelta più giusta: Caicedo ha segnato, poi sono entrato e ho segnato anche io”.

“Questo derby aveva un sapore doppio; era importante anche per la classifica, la Roma poteva allontanarsi ulteriormente. Ora siamo tutti lì. Diciamo che, già di suo, la vittoria nel derby vale doppio, ma questa vale triplo”.

“Rispetto alla Roma avevamo un solo risultato utile per accorciare la classifica. Dovevamo per forza attaccare, il mister l’ha preparata alla grande”.

Il rigore

“Non ho pensato di poterlo sbagliare, ho pensato solo a spaccare la porta”.

L’omaggio ad Astori al minuto 13

“È stato un momento molto emozionante, stando in panchina l’ho vissuto ancora di più. Era il minimo che si potesse fare. Al di là del calciatore, Davide era un papà ed era il massimo come persona”.

Lotta Champions

“Quest’anno sarà più difficile, perché a noi, alla Roma e all’Inter si sono aggiunte il Milan, l’Atalanta e non solo”.

L’aneddoto su Simone Inzaghi

“L’altro giorno guardavamo una sua foto di quando è arrivato, era un’altra persona (ride, ndr). Per tutto lo stress vissuto in questi ultimi anni, ha sicuramente qualche capello bianco in più”.

Futuro

Wanda Nara, presente in studio, domanda a Immobile: “Rimarrai alla Lazio a vita?”. Ciro risponde: “Ho altri quattro anni di contratto”.

Maschietto in arrivo

“Sarà un fiocco azzurro, anzi biancoceleste”.

Cristiano Ronaldo

“È stato emozionante sfidarlo in campo, è un esempio per la professionalità e la passione, nella gara d’andata gli ho chiesto subito la maglia”.

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bravissimo grande Ciroooooo

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

è stato tutto perfetto speriamo sempre così

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Grande cirooooo abbiamo ammutolito anche le tv becereeeeeeeeee

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Vederlo giocare segnare e Gioie ,per lu e per la Lazio"
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Approfondimenti