Resta in contatto

Lazio, 3 domande ad Amante della Bola: “Il gol di Cataldi, un’azione pazzesca!”

Esclusive

Lazio, 3 domande ad Amante della Bola: “Il gol di Cataldi, un’azione pazzesca!”

Lazio, Federico è uno dei videomaker più conosciuti dai tifosi biancocelesti.

Ci sono dei giocatori, nella storia passata e recente della Lazio, che fanno innamorare i tifosi. Con slalom, colpi di classe, finte e tiri spettacolari. È merito di quel talento innato, che fa nascere giocate da brividi: per tutti i tifosi, non solo quelli biancocelesti.

Prendiamo Felipe Anderson: tutti i laziali si sono emozionati con le due discese palla al piede, con i suoi cambi di passo e i suoi uno contro uno. E poi c’è Milinkovic, il Sergente: con i suoi tocchi di suola delizia il palato dei biancocelesti da tre anni. E se i tifosi della Lazio si innamorano di loro, il merito è anche di chi pone l’enfasi su questi aspetti spettacolari.

Uno dei più famosi è Federico, noto come Amante della Bola, un grandissimo videomaker molto conosciuto nel mondo biancoceleste. Il suo ultimo capolavoro è dedicato ovviamente al derby stravinto sabato: gustatevelo con tutta calma, lo trovate qui sopra. Noi di Sololalazio.it l’abbiamo intervistato, ecco le nostre 3 domande.

Riavvolgiamo il nastro della tua storia: come nasce Amante della Bola?

“La mia storia di videomaker è iniziata nel 2008, ai tempi di Zarate. Ero ancora al liceo, tra un libro e un altro cominciai a divertirmi a realizzare video. Ai tempi dell’università, i miei filmati venivano sempre più condivisi sui forum e sui social. La Lazio mi contattò e ho collaborato con loro per un certo periodo, puramente per passione”.

Il tuo canale YouTube e i tuoi account social sono seguitissimi: che rapporto hai con i fan?

“La soddisfazione più grande è che, a undici anni di distanza da quando ho cominciato con i video in tema Lazio, tanti tifosi ancora mi seguono con affetto. Quando c’è una giocata, in tanti mi scrivono in privato chiedendomi di realizzare un filmato o una gif. Tra le più belle, mi viene in mente quella di Milinkovic l’anno scorso contro l’Inter. Se penso al passato, ricordo anche un paio di colpi di Zarate: l’elastico a Catania o la rabona contro il Napoli”.

A proposito di giocate, quale ti sono piaciute di più nell’ultimo derby?

“Ci sono state giocate più di squadra che singole. Il rigore di Immobile nasce da un recupero palla in area di rigore, mentre l’azione che porta al terzo gol di Cataldi è impressionante: credo sia la migliore del derby. Correa è stato il migliore in campo, una costante spina nel fianco. Non può stare in panchina, la Lazio l’ha pagato anche 20 milioni, spero che Inzaghi lo abbia capito. La mossa vincente anche per il futuro può essere Luis Alberto mezzala al posto di Parolo”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

È N’TORELLO CON TIRO FINALE ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

GRANDIIIII BACIO A STEFAN?SOLO PERCHÉ CI SIAMO INCONTRATI DOVE IO LAVORO ❤???

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Esclusive