Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Parola ai tifosi

Caicedo, Crotone non è mai esistita: benvenuto nella storia

Lazio, potrebbe partire anche Caicedo rimanendo tuttavia in Italia

Caicedo, il tributo alla Pantera biancoceleste da parte del nostro lettore Max883.

Sabato sera, 12° minuto. Correa dà in profondità alla punta della Lazio, che salta il portiere e la mette dentro. Chi non ha visto la partita avrà pensato: “Mamma mia, che giocatore Immobile”. E invece no, la punta in questione è Felipe Caicedo.

Sì, avete letto bene, Felipe Caicedo. La pantera che ha deciso di entrare nella storia dalla porta principale, dopo mesi di insulti, parolacce, prese in giro.

Eh già, a quello siamo arrivati e per cosa? Per una partita, Crotone-Lazio, per un pallonetto non andato in porto, un pallonetto che si infrange sul portiere e con lui la qualificazione in Champions, nonostante i mille episodi ai nostri danni.

In quel giorno sparì tutto, le sue buone prestazioni, i suoi gol (pochi vero) ma pesanti come macigni (i pareggi con Benevento e Atalanta tra questi) e in mezzo anche il primo vero errore VAR ai nostri danni… chi se lo scorda quel Lazio-Fiorentina?!

Ma lui è rimasto in silenzio, ha ingoiato, si è fatto amare dai suoi compagni, si è fatto amare dai suoi compagni di reparto e piano piano sudando e sgomitando si sta riprendendo tutto. Genoa, Frosinone, Empoli… fino al gol dei gol.

A fine partita, davanti hai microfoni ha detto: “Spero che la gente si ricordi di me per questo gol e non per l’errore di Crotone”.

Tranquillo Felipe, Crotone non è mai esistita. Benvenuto nella storia.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Parola ai tifosi