Resta in contatto

Giulio Cardone

Lazio-Roma, le CARDOPAGELLE: rivincita Panterone, Correa spaccatutto

La Roma contro le decisioni del Governo: "Incomprensibile sul calcio"

Lazio-Roma, le pagelle del derby stravinto dai biancocelesti.

Strakosha 7 – Che freddezza, ragazzi. Devia alla sua destra il tiretto insidioso di Dzeko, poi fa l’aquila sul razzo di Florenzi. Le sue ali regalano felicità al popolo laziale. Nel finale resta in campo – stoico – nonostante la spalla bloccata, speriamo non sia nulla di che perché ci serve come l’aquila.

Bastos 7 – Ha ciccato una palla, e allora? Un paio di appoggi sbagliati, embè? Gioca una partita strepitosa contro El Shaarawy e Perotti, che non lo saltano mai. MAI.

Acerbi 7 – Straordinario leone, formidabile leader. Non gli era andata giù la delusione dell’andata, si prende la rivincita. Dopo Piatek, annulla Dzeko. Il tutto in quattro giorni. Il sogno sarebbe superare l’Inter di de Vrij.

Radu 7 – Zaniolozaniolozaniolozaniolo ha tecnica e fisico, ma Stefan lo contiene con mestiere e un cuore grande così.

Marusic 6 – Fa il suo sul nervosissimo Kolarov, che non può far male in progressione anche grazie allo “schermo” del montenegrino. Un po’ di errori per eccessiva emotività, ma per favore non fischiatelo più. Merita affetto, pure lui.

Milinkovic 7 – Che sollievo vederlo dominare a centrocampo come ai bei tempi. Quando gioca così, entreresti in campo per seguirlo con la telecamera personalizzata. E per abbracciarlo, alla fine. Elegante e concreto, finalmente.

Leiva 7.5 – Ogni giorno, ogni partita merita quel soprannome: Lucas “Mezzasquadra” Leiva. Come non amarlo? Tampona, cuce, riparte. Playmaker strepitoso, leader insostituibile.

Luis Alberto 6 – Sempre bello da vedere, però da lui mi aspettavo di più. Secondo me, gli acciacchi lo condizionano. E per cortesia Toque, torna a segnare su punizione.

Parolo 6 – Prezioso il suo contributo quando il resto della squadra era ormai stanca.

Lulic 6.5 – Senad milleusi. Fa tutto: difende, attacca, respinge, “mena”. Partita giocata da tifoso, come il suo amico Radu.

Correa 7.5 – Eccolo qui, l’uomo che sa spaccare le partite come pochi. Inventa il corridoio della felicità per Caicedo, poi Fazio deve buttarlo giù per impedirgli di raddoppiare. Chi lo riteneva non decisivo, dica – almeno stasera – “forse mi sbagliavo”. Sì, almeno in questa serata così speciale.

Cataldi 7 – Invidio la notte che passerà (credo insonne): un tifoso laziale che entra in campo, la butta dentro proprio contro la Roma, addirittura sotto la Nord. Ti credo che poi corri nudo sotto la curva come un matto. Anzi che qualcosa addosso gli era rimasto. Bravo Danilo, ti sei ripreso la Lazio.

Caicedo 7.5 – Che rivincita per il Panterone. Dicevano che sa fare solo le sponde, che non è un centravanti, che non la butta dentro. La sua implacabile risposta da vero 9 cancella perfino l’errore di Crotone. Quello è il passato, qui siamo nel presente che è un derby sbloccato con quel gol condito di tecnica e potenza. Festeggiamolo, su.

Dal 19′ st Immobile 7 – I malanni muscolari gli impediscono di esserci dall’inizio. Ma poi entra e mette il suo timbro Ciro17. Quanto pesava quel pallone, Ciro. Ma l’hai scaraventato alle spalle di Olsen, senza paura, e hai rilanciato la Lazio. La cosa più bella da dedicare a tua moglie, al terzo figlio che arriverà. E al popolo laziale che ti ama.

Inzaghi 9 – Si può preparare un derby meglio di così? Penso di no. Indovina la formazione e i cambi, gioca con coraggio, finalmente batte Di Francesco. La stagione della Lazio riparte stanotte, tra qualche sogno impossibile. Grandissimo Simone, grandissimo.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La mia Lazio!

Enrico Ciaffaroni
Enrico Ciaffaroni
1 anno fa

La pagella del direttore descrive perfettamente l’andamento della partita come l’ho vista io.. grazie Lazio

Alberto il fratellone
Alberto il fratellone
1 anno fa

Perfetto come sempre nei tuoi voti caro Giulio.

Francone
Francone
1 anno fa

Tutti GRANDI era ora l

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Orgogliosa di questi colori ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Tutti i tecnici,gli esperti di mercato i preparatori atletici e dottori che fino a ieri ne hanno dette de tutti i colori che fine hanno fatto?

Claudio Giardinella
Claudio Giardinella
1 anno fa

D’ accordo. Questa volta siamo della stessa opinione. Ho visto 7,5 per Luis Alberto. A me è sembrato da 6.

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Giulio Cardone