Resta in contatto

News

Siviglia, Machin: “Non sottovalutiamo la Lazio”

Machin, tecnico del Siviglia, ha presentato la gara di domani contro la Lazio nella consueta conferenza stampa della vigilia.

Così il tecnico del Siviglia:

“Siamo ambiziosi e pronti. Vogliamo fare bene e vincere, ma non dobbiamo sottovalutare la Lazio. Avremo bisogno anche dei nostri tifosi, lotteremo per loro. La sconfitta con il Villarreal? Ci sta che la squadra soffra. Non eravamo ben messi in campo, c’è stata differenza tra il primo e il secondo tempo”.

Sul momento difficile della sua squadra:

“Ci serve più continuità. Nel calcio se fai più errori del dovuto alla fine perdi.  Nelle ultime giornate abbiamo sofferto tanto, siamo meno efficaci rispetto al passato, in cui la situazione non era così. Ora dobbiamo creare più oppurtunità e cercare di rimanere concentrati in difesa. In rosa abbiamo comunque ottimi calciatori”.

C’è possibilità di cambiare modulo?

“Date troppa importanza al modulo, ma quello che conta è l’idea di gioco, la filosofia.  Ho diverse alternative, abbiamo lavorato molto. Useremo il 3-5-2, il nostro preferito”.

Nella Lazio Luis Alberto è infortunato…

“È un giocatore importante, ma vorrei pensare alle nostre di assenze, non alle loro. Con Luis Alberto in campo il gioco della Lazio cambia, vedremo domani. Inzaghi ha tanti altri calciatori di livello a disposizione. La Lazio non ha nulla da perdere, per questo sarà una gara molto complicata, bisognerà stare attenti”.

Si giocherà alle 18.00. Non il massimo per i tifosi…

“Non lo so, i tifosi storicamente sostengono sempre la squadra. Capisco che alcuni saranno a lavoro. Sarebbe bello sempre giocare di sera ma non è possibile. Se qualcuno potrà uscire mezz’ora prima dal lavoro, lo faranno”.

Sugli incidenti di Roma e il clima di allerta a Siviglia in vista del match di domani:

“L’episodio di Roma è stato molto grave. Il 99,9% di coloro che amano il calcio però è contro a questi comportamenti. Qui non parliamo di Siviglia-Lazio, ma di gente che si approfitta di un evento sportivo per fare altro. Non c’entra nulla col calcio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News