Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, il Tempo: con Romero c’è il rischio “Pedro Neto bis”

La situazione contrattuale di Romero rischia di complicarsi e la Lazio potrebbe perdere il calciatore a zero. Ne parla oggi Il Tempo.

Che Luka Romero sia un potenziale crack per il futuro ne sono convinti tutti. Ma il rischio è che il suo talento possa esplodere lontano dalla Lazio. Secondo quanto scrive Il Tempo questa mattina è infatti concreto lo scenario di un Pedro Neto bis. Come il lusitano sotto Inzaghi, anche il talento argentino sta vedendo pochissimo il campo con Sarri. L’età e la carenza atletica (pesa 64 chili ed è alto 164 centimetri, ndr) influiscono sicuramente sulle scelte del tecnico toscano, che comunque vede ogni giorno il suo grande impegno in allenamento.

Nello stesso pezzo sul quotidiano è riportato che il classe 2004 è stato inserito tra i 50 miglior talenti della «Next Generation», pubblicata dal giornale inglese The Guardian. A giugno aveva anche partecipato ad uno stage della nazionale Albiceleste, allenandosi agli ordini del ct Scaloni insime a Messi e agli altri fenomeni della selezione sudamericana. Per ora tutte le voci di interessamento arrivate al ragazzo e, soprattutto, al procuratore Ramadani sono state stoppate. Ma se da qui a novembre non ci saranno spiragli all’orizzonte per vedere il giovane esprimersi in campo la possibilità del rinnovo si farebbe davvero complicata. Al compimento dei 18 anni potrà firmare con chiunque, visto che l’attuale accordo con i biancocelesti scadrà il prossimo giugno. Lotito avanzerà sicuramente una proposta di prolungamento, ma è al livello tecnico che la Lazio dovrà dimostrare con i fatti di voler puntare sul baby fenomeno, anche per non perdere un potenziale patrimonio per il futuro.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News