Resta in contatto

News

Lazio, Felipe Anderson: “Con la corsa e il sacrificio, i risultati arrivano”

Lazio, le parole di Felipe Anderson nel post gara.

Felipe Anderson è intervenuto ai mia Lazio Style Radio. Ecco le sue dichiarazioni: “Bellissimo vedere la corsa e il sacrifico nel calcio. Solo così arrivano i risultati. Dobbiamo lottare sempre così. Poi noi abbiamo giocatori che fanno la differenza. Sarri? Il suo gioco è un lavoro che inizia dall’anno scorso. Siamo in crescita dalla fine della scorsa stagione e dobbiamo continuare così. I risultati arriveranno. Io quello che posso fare, lo farò. Il gruppo è bellissimo e cerchiamo di stare insieme il più a lungo possibile, anche i nuovi arrivati si sono subito messi a disposizione e stiamo cercando di farli ambientare subito. Siamo sereni perché siamo sicuri del lavoro che facciamo. Quando non vinciamo non siamo mai soddisfatti, ma continuando così i risultati arrivano. I nuovi sono perlopiù giovani e noi veterani che conosciamo il gruppo li aiutiamo a trovarsi bene con noi”.

Le parole dell’esterno brasiliano su Dazn: Quanti gol deve fare Ciro? Speriamo tanti e spero che batta tutti i record, anche io devo battere il mio e sto larvando su questo.  Oggi ci tenevo a segnare, Sarri mi ha stimolato, ci ha detto che dobbiamo continuare così.  Polemiche? Ogni partita all’inizio è difficile, oggi lo era e noi non pensiamo al passato, io guardo sempre avanti e penso ad aiutare la Lazio e restare concentrato. In questa partita non ci possiamo distrarre. Se pensi ad altro non fai bene. Secondo me la più grande paura degli attaccanti è quando facciamo il taglio perché dobbiamo guardare la palla e siamo di spalle al portiere. Quando lui esce è difficile perché dobbiamo guardare sia il portiere che la palla. Oggi quando ho visto che non è uscito ho avuto tempo di coordinarmi e il taglio è stato molto buono. Punto a battere il record degli 11 gol. Squadra più profonda? Ne siamo consapevoli perché abbiamo partite ogni 3-4 giorni e i nuovi si sono messi subito a disposizione per imparare il metodo. Questo ci darà fiducia, loro stanno capendo velocemente questo. Quando arrivano i nuovi è sempre difficile ma loro sono umili e di tanto talento, con questo sacrificio il gruppo si farà sempre più forte. Giocare con Borja? Era fastidioso, vedevo tanta qualità e non perdeva palla, quando girava la palla era difficile, tanta qualità. Mi piacciono giocatori come te. Metodo di Sarri? L’anno scorso abbiamo faticato un po’. Volevamo sempre fare quel che voleva lui ma ci serviva esperienza, stiamo capendo i momenti di pressare e non perdere il baricentro. Quest’anno siamo maturati tanto, ad Auronzo abbiamo puntato su questo”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News