Resta in contatto

News

Lazio, Repubblica: “Il centrocampo ora dà preoccupazioni”

Lazio, la difesa migliora e l’attacco rimane una certezza: in mezzo invece i nodi da sciogliere

Da centrocampo più forte d’Italia, stando al pensiero di Sarri nel 2019, a preoccupazione principale dello stesso Comandante alla Lazio.

Repubblica oggi analizza la situazione del centrocampo biancoceleste, sottolineando come regnino ancora le incognite: “Milinkovic e Vecino in ritardo di condizione, Luis Alberto in cerca di riscatto dopo le polemiche e il mercato, Marcos Antonio ancora non pronto per giocare partite contro squadre “fisiche”, Basic sull’altalena dopo un fantastico ritiro e Cataldi ancora non del tutto convincente come titolare”.

E poi ancora, si legge: “Equilibrio adesso è la parola chiave, anche a discapito della qualità negli ultimi 25 metri: per questo venerdì in un Olimpico pieno (previsti oltre 50mila spettatori) è lecito aspettarsi lo stesso terzetto di pochi giorni fa, con Milinkovic, Cataldi e Vecino. Poi è ovvio che il tecnico dovrà scegliere che strada intraprendere”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News