Resta in contatto

News

Lazio, presentazione di Marcos Antonio: “Mi ispiro a Leiva e a Hernanes. Sarri deciderà come impiegarmi”

Presentazione ufficiale del nuovo centrocampista della Lazio, Marcos Antonio, in conferenza stampa a Formello.

È il turno di Marcos Antonio. Dopo le presentazioni ufficiali degli altri nuovi acquisti di quest’anno nei giorni scorsi, oggi tocca al brasiliano – che cronologicamente è stato il primo colpo dell’estate biancoceleste – parlare in sala stampa a Formello.

Il ds Tare lo introduce così:

“Marcos è un giocatore di grandi qualità tecniche, che interpreta il ruolo lasciato da un altro grande come Lucas Leiva, ma in una maniera diversa. Rispecchia le caratteristiche del gioco del nostro allenatore e per questo lo abbiamo acquistato. Anche De Zerbi, che lo ha allenato in Ucraina, ce ne ha parlato molto bene. Qui avrà l’ooportunità di crescere negli anni e di mettere in mostra le sue caratteristiche importanti. Sono ottimista che possa essere un punto di riferimento per la squadra nei prossimi anni”.

Queste le parole del giocatore:

“In Ucraina il momento è stato difficile e essere qui per me è stata una grande gioia. Mi sento bene anche dal punto fisico adesso. Della guerra però preferisco non parlare ora. De Zerbi mi ha già parlato molto dell’Italia. Io sono a disposizione del tecnico e farò  quello che mi chiederà. Mi ispiro a Leiva, ma anche a Hernanes. Con Lucas ci ho parlato e gli ho detto che avrei preso il suo numero. Il calcio italiano è di grande livello e so che posso fare bene. Giocare la Champions per noi è un obiettivo e cercheremo di arrivarci quest’anno. Sono felice di far parte di una squadra forte. Ho scelto la Lazio appena ho ricevuto la chiamata. Si tratta di un grande club e ho accettato subito. Io posso giocare in tanti ruoli, sono a disposizione per quello che mi chiede il mister. Tutti i compagni hanno grande qualità scegliere sarà una grande responsabilità per il mister”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News