Resta in contatto

News

Qui Auronzo – Lavoro con il pallone nel pomeriggio. Sarri: “Se facciamo retropassaggio è rigore”

Seduta pomeridiana ad Auronzo caratterizzata dal lavoro con il pallone. In gruppo anche Kiyine, mentre Cataldi ancora non si vede.

Seduta pomeridiana allo Zandegiacomo incentrata sul possesso palla. La Lazio, dopo l’attivazione in palestra, scende in campo verso le 17:45. Un breve riscaldamento anticipa il lavoro intenso con il pallone: triangolazioni nello stretto e passaggi veloci. Poi una serie di partitelle a campo ridotto dove, in un primo momento, Sarri fa una richiesta particolare ai suoi: niente passaggi al portiere. “Se facciamo retropassaggio, è rigore per gli altri“, è la regola imposta inizialmente. Le indicazioni del mister infatti sono tutte rivolte a far lavorare molto i suoi uomini sul pressing per poi attaccare l’area in ripartenza.

Rispetto alla mattinata, in campo si vede una faccia nuova. Non è quella di Cataldi però, che suda ancora in palestra da solo. Si tratta di Sofian Kiyine, che ha raggiunto il ritiro dopo pranzo. Un elemento in più per le esercitazioni tra centrocampo e difesa, in attesa che i rinforzi richiesti da Sarri raggiungano le tre cime di Lavaredo il prima possibile. Oggi era atteso l’arrivo di Mario Gila, ma in mattinata sono emerse delle problematiche in Paideia che gli hanno impedito di sostenere le visite mediche.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News