Resta in contatto

Esclusive

Lazio, i Roaring Twenties si raccontano: “Nati per divertirci e stare insieme”

Il gruppo, nato quest’anno nei Distinti Nord Est, si è raccontato in esclusiva ai nostri microfoni

Di Simone Brisi

Un nuovo gruppo di ragazzi è spopolato quest’anno allo stadio Olimpico. Tra stendardi simpatici, come quello su Milinkovic o il più famoso “Sarrangiamo” dedicato al mister biancoceleste, i Roaring Twenties hanno dato modo a tifosi abituati ad andare allo stadio in solitaria, di divertirsi con persone della stessa età e, soprattutto, tifare Lazio insieme. Uno dei fondatori del gruppo, Luca, ha raccontato il progetto in esclusiva ai nostri microfoni:

Partiamo dall’inizio: come è nato il gruppo?

“La nascita del gruppo è stata puramente casuale, quattro di noi hanno ricevuto un messaggio da Emanuele di voler creare qualcosa. Ci siamo visti per creare questo polo per chi non facesse parte di nessun gruppo e di dare la possibilità di stare insieme a tifosi che solitamente vanno in solitaria allo stadio, ma soprattutto per divertirci. Ci siamo messi a tavolino e abbiamo creato questo progetto.”

 

Il nome del gruppo da dove deriva?

“Il nome è stato il processo decisionale più difficile, finché non abbiamo deciso di richiamare agli anni 20 del 1900, i ruggenti venti, anche perché siamo ventenni e lo abbiamo legato anche con la nostra età.”

 

Gli stendardi su Sarri e Milinkovic?

“Siamo una trentina e diamo creatività al singolo. Lo stendardo di Milinkovic è nato dopo l’esultanza di Firenze, col nostro grafico e lo abbiamo realizzato. È stato anche particolarmente apprezzato da Milinkovic e Marusic. Su Sarri, ancora non abbiamo ricevuto le sigarette in cambio, ma siamo pronti ad andare ad Auronzo per averle (ride ndr).”

 

Milinkovic vi ha tirato la maglia dopo Lazio – Porto. Che avete provato?

“Follia. Non cercavamo uno scambio, è venuto di sua sponte e noi siamo stati 20 minuti buoni a capire cosa fosse appena successo, toccando la maglia in continuazione per non credere di essere in un sogno.”

 

Per ora nel gruppo quanti siete? A cosa aspirate?

“Siamo, fissi, una trentina, poi ci sono degli esterni che di volta in volta si aggiungono. Per il prossimo anno l’obiettivo è confermare questi numeri, con la campagna abbonamenti, continuare ad espanderci essendo inclusivi con tutti, crescere perché per noi la crescita significa che il modo di tifare che abbiamo piace ed è importante perché ci fa pensare che stiamo riuscendo nel nostro intento.”

 

L’incontro con Milinkovic e Kamenovic? Raccontami l’episodio. 

“È stato casuale, doveva avvenire dopo l’allenamento mentre, a causa di ritardi, i nostri ragazzi sono andati in un bar e, appunto, per caso, hanno incontrato i due che evidentemente erano in ritardo proprio come noi. A quel punto Milinkovic ci ha riconosciuti e ha firmato lo stendardo e poi abbiamo fatto la foto anche con Kamenovic.” 

 

Sono attese novità, infine, per quanto riguarda stendardi nel prossimo campionato?

“Diciamo che stiamo lavorando per celebrare anche altri giocatori oltre Milinkovic…”

Non resta dunque che aspettare la nuova stagione per vedere qualche altro simpatico striscione in onore dei calciatori biancocelesti

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Esclusive