Resta in contatto

News

Lazio, Felipe Anderson: “Quando indossi la maglia della Lazio devi sempre puntare a vincere”

Il brasiliano ha parlato ai microfoni di Lazio Style:

“Abbiamo iniziato bene, dominando dall’inizio con la consapevolezza che se facciamo il nostro gioco possiamo giocare ovunque e con chiunque. Il primo gol ci ha un pochino tagliato le gambe, poi ci siamo ripresi e ci abbiamo creduto fino alla fine. L’esultanza è anche perché abbiamo sbagliato tanto e meritavamo di più e ci siamo liberati. Ora l’obiettivo è il quinto posto e fare bene davanti ai nostri tifosi. Era da tanto che non giocavo con continuità, ora mi sono adattato nel modulo del mister e voglio continuare a fare bene così. Quando indossi la maglia della Lazio devi sempre puntare alla vittoria, possiamo anche perdere ma dobbiamo dare tutto, fino all’ultimo secondo, volevo contribuire di più con gol e assist ma il sacrificio è stato tanto e ne è valsa la pena. Sono cresciuto guardando Hernanes e sono contento delle sue parole. È un punto cruciale della mia carriera, sono felice di esserci sempre e sono nella miglior fase della mia carriera. Finiamo bene il campionato e soprattutto facciamo ancora meglio il prossimo. Il calcio italiano ha alzato il livello tecnico, tutti vogliono giocare dal basso come piace a me, quello che ho provato è una soddisfazione enorme di poter essere disponibile ogni gara. Sono felicissimo di questa stagione e fiducioso per il futuro, anche se potevo fare di più. Ci sono state tante partite come oggi che abbiamo subito gol e non siamo stati capaci di reagire, invece oggi lo abbiamo fatto. Dobbiamo prendere la sfida di oggi come esempio per imparare, abbiamo giocatori come Basic, Milinkovic, Luis, Pedro e Zaccagni che possono decidere la gara, senza parlare di Immobile. Questo significa che possiamo farcela fino all’ultimo e che siamo una squadra forte.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News