Resta in contatto

News

Lazio, Cragnotti: “Con Sensi avevamo idee comuni. Tanzi? Io e lui capri espiatori”

Lazio, la società prende le distanze dallo striscione

Il Messaggero ha pubblicato oggi un’intervista a Sergio Cragnotti. L’ex patron biancocelesti ha parlato dei sui ex colleghi, Sensi e Tanzi.

Nelle pagine de Il Messaggero oggi si può leggere un’intervista a Sergio Cragnotti. L’ex presidente della Lazio ha voluto ricordare, a poche ore dalla scomparsa, Callisto Tanzi e ha colto l’occasione per tornare a parlare anche dei progetti comuni che condivideva con Franco Sesi, per il futuro del calcio a Roma.

Quello di Franco Sensi era un grande progetto industriale. Fu interrotto forse dalla malattia, ma io e lui avevamo idee comuni: volevamo far diventare Roma la capitale del calcio italiano. Per qualche anno ci riuscimmo. Andavamo in Champions e combattevamo lo strapotere del Nord. Contendevano lo scudetto e facevamo manbassa di trofei. Si può fare una battaglia per una partita, non nel proprio settore.

Essere presidente di una squadra di calcio non agevola per niente un imprenditore. Anzi, io Tanzi siamo diventati il capro espiatorio di tutto ciò che accadeva al di fuori. Nonostante il bilancio della Lazio fosse stato vagliato dalla Consob, le questioni imprenditoriali hanno fatto venir meno il sostegno alle attività calcistiche“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News