Resta in contatto

News

Lazio, nota ufficiale riguardo la fiction sulla vita di Maradona

Nota ufficiale della Lazio in merito alla fiction su Maradona in una scena della quale si definiscono i laziali come “fascisti”.

Questo quanto pubblicato sul sito ufficiale biancoceleste:

Lasciamo giudicare al pubblico la qualità della serie “Maradona, il sogno benedetto” di Amazon Prime, che ha già ricevuto numerose critiche per imprecisioni e invenzioni nella sceneggiatura.
Di certo però possiamo definire ridicoli quei pochi secondi che abbiamo visto, nei quali in modo del tutto arbitrario e inverosimile si attribuiscono al campione argentino parole che mai avrebbe pronunciato riferito alla squadra biancoceleste: “Quei fascisti ci vogliono umiliare”. La Lazio di quegli anni non era certo nelle condizioni ideali per “umiliare” al San Paolo una squadra che lottava per lo Scudetto. E poi il richiamo al fascismo, tanto più odioso perché evocato con un chiaro, gratuito e grave intento diffamatorio.
Si e’ riusciti insomma nello straordinario e deprecabile risultato di insultare una tifoseria e una società, discostandosi dalla realtà e anche dal pensiero dello stesso Maradona, che ha dimostrato in tante occasioni di essere amico della Lazio: è stato ospite a Formello, ha cantato il nostro inno, ha scambiato le maglie con i nostri giocatori.
Faremo immediatamente valere presso Amazon Prime che distribuisce la serie, presso gli autori, il regista e gli sceneggiatori i nostri diritti, chiedendo per quanto ci riguarda che venga ristabilita la verità storica e tagliata una scena tanto inverosimile quanto penosa, che manca di rispetto tanto alla grande famiglia laziale quanto alla memoria di un grande Campione.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News