Resta in contatto

Rubriche

Lazio: ancora un gol subito, Immobile fa il suo dovere…. #DiamoINumeri

Lazio, altro pareggio in extremis… #DiamoINumeri

A cura di Daniele Caroleo

Dopo quello contro il Cagliari, ecco il secondo pareggio consecutivo ottenuto sostanzialmente in extremis da parte della Lazio. Con la sfida contro il Torino, in trasferta, la Lazio ha, per altro, subito almeno 1 gol in tutte e 6 le partite stagionali fino ad ora disputate (5 in campionato ed una in Europa League), ed inoltre, come puntualmente evidenziato da LazioPage, si è trovata in situazione di svantaggio in tutte le prime 5 partite di campionato (c’è un solo precedente nella storia del club che risale al 1935/36, con la striscia che si è interrotta alla sesta giornata). C’è comunque anche da dire che la squadra biancoceleste è rimasta, complessivamente, in una situazione di svantaggio, solo per 83 minuti (è sesta in Serie A, dopo Roma con 31 minuti, Napoli con 47, Atalanta con 57, Inter con 61 e Milan con 72), avendo segnato 4 “gol del pareggio”, cioè il numero più alto del campionato insieme al Genoa, e risultando anche la squadra che ha totalizzato più punti (7) dopo aver subito il gol dello svantaggio ad inizio gara. Dati che denotano, senza ombra di dubbio, una capacità di reazione non indifferente della formazione guidata da Maurizio Sarri, unitamente, però, ad una fragilità difensiva al momento piuttosto preoccupante.

Con il punto conquistato a Torino, la Lazio ha pareggiato una gara di Serie A per la prima volta dopo 13 trasferte consecutive (con 5 successi e 8 sconfitte) e non segnava nel secondo tempo, fuori casa, da ben 5 sfide: entrambe le strisce risultavano essere le più lunghe in Italia e le terze più durature in Europa. Per l’ottava volta consecutiva, inoltre, la Lazio ha segnato un gol al Torino in terra piemontese (è la prima volta che accade nella storia della competizione) con Ciro Immobile, (ex della sfida) che raggiunge quota 8 reti segnate ai granata in 11 confronti (gli ultimi 2 entrambi su rigore ed oltre il 90°).

Grazie al gol realizzato contro la squadra di Juric, infine, l’attaccante di Torre Annunziata consolida il primo posto nella classifica cannonieri della Serie A, a quota 6 reti (seguito da Dzeko e Joao Pedro, entrambi con 4 gol) in 5 partite, e soprattutto si porta a sole 3 marcature da Silvio Piola nella classifica dei calciatori della storia più prolifici con la maglia della Lazio (156 contro 159).

Chiudiamo con una nota a margine, riguardante il giovane Raul Moro, schierato nell’undici di partenza contro il Torino da Maurizio Sarri: l’esterno spagnolo, infatti, con i suoi 19 anni da compiere il prossimo dicembre, risulta essere, come ricordato da Footdata, il più giovane calciatore a disputare una gara da titolare in questa Serie A.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Rubriche