Resta in contatto

Storie di Polisportiva

Lazio, 100 anni di Ente Morale: tanti i nomi a sostegno della Fondazione biancoceleste

Cent’anni dall’elevazione a Ente Morale per la Lazio. La Fondazione  ha ricevuto il sostegno di tante personalità famose.

Oggi ricorrono i cento anni dalla decisione dell’allora Ministro dell’istruzione Benedetto Croce di elevare la Lazio a Ente Morale. Unico caso al mondo per una società polisportiva, la nomina fu motivata dalle opere di bene fatte in quel periodo e negli anni precedenti – anche durante la guerra – dal sodalizio biancoceleste a sostegno dei più bisognosi. Oggi la Società prosegue quel percorso grazie alla Fondazione S.S. Lazio 1900 (Qui il sito ufficiale).

In un comunicato ufficiale pubblicato oggi si sottolinea l’importanza di questa occasione e si ribadiscono gli scopi benefici che, tramite i valori dello sport, la Lazio si propone di continuare a perseguire. Il tutto anche grazie al sostegno delle tante personalità famose che hanno deciso di aderire alla Fondazione in questi mesi.

Questa, si legge nel testo diramato, si organizza in quattro aree di lavoro. La prima, Le Ali allo Sport, dedicata a promuovere progetti di inclusione sociale attraverso l’attività sportiva. Attività per altro già in corso da anni grazie al programma Erasmus Plus Sport, con il quale la Commissione Europea ha affidato alla Lazio numerosi progetti sociali.

La Lazio è infatti membro e attualmente presidente dellEuropean Multisport Club Association (EMCA), cioè l’Associazione delle Polisportive europee.

La seconda area, denominata Le Ali alla Città, opera  nella valorizzazione dei servizi della città di Roma e a fianco delle realtà del Terzo settore che operano per il Bene Comune. La terza, Le Ali alla Storia, lvalorizza il portato storico della Lazio e le sue salde radici, in collaborazione con le realtà di studi già presenti, con storici e collezionisti. La quarta, Le Ali all’Idea, valorizza l’offerta culturale del sodalizio, l’idea di Lazialità e la sua traduzione nella passione.

Il Comunicato

Oggi ricorrono i 100 anni dal giorno in cui la Società Podistica Lazio fu eretta in ente morale con Regio decreto su proposta del Ministro dell’istruzione Benedetto Croce. In questa ricorrenza la S.S. Lazio, in tutta la sua dimensione polisportiva, ha voluto ricordare l’importanza che sport e passione si traducano in azioni concrete al servizio dei bisognosi, ed ha per questo dato vita alla Fondazione S.S. Lazio 1900.

Quella Lazio di inizio ‘900, che creò un “Asilo Lazio” per i bisognosi, in cui Grazia Deledda insegnava le lettere e Rodolfo Lanciani curava l’insegnamento della storia, che destinò il campo della Rondinella a coltura per darne i raccolti alle persone indigenti, rivivrà nella neonata Fondazione.

Rivivrà innanzitutto valorizzando il genio femminile, che tanto diede a quella Lazio del primo quarto di XX secolo: la Fondazione ha infatti come Presidente Gabriella Bascelli, atleta olimpica azzurra e campionessa d’Europa con i colori biancocelesti. Rivivrà grazie all’adesione di tanti volti noti che hanno colto il valore insito nelle finalità della Fondazione, ovvero la promozione di stili di vita sani e sostenibili, la diffusione dei valori dello sport, l’aiuto concreto alle persone e alle comunità disagiate, la valorizzazione della cultura e della storia biancoceleste.

Un grazie va dunque a quanti hanno aderito, dimostrando generosità e spirito di servizio al Bene Comune“.

I rappresentanti del mondo delle istituzioni, della scienza, della cultura e del sociale

Mario Pescante – Presidente onorario del Comitato Olimpico Europeo
Franco Chimenti – Presidente Federazione Italiana Golf
Gianni Petrucci – Presidente Federazione Italiana Pallacanestro
Giuseppe De Rita – Presidente Censis
Roberto Burioni – Virologo, immunologo e docente universitario
Roberto Pessi – Prorettore della LUISS Guido Carli
Alberto Gambino – Presidente Comitato Scienza e Vita
Umberto Guidoni – Codirettore Generale ANIA
Ernesto Galli Della Loggia – Editorialista Corriere della Sera
Pino Capua – Membro della Commissione Medica della FIGC
Enrico Montesano – Attore e regista
Pino Insegno – Attore, doppiatore, comico e conduttore televisivo
Francesco Pannofino – Doppiatore, attore e direttore del doppiaggio italiano
Suor Paola D’Auria – Religiosa, fondatrice della So.Spe.
Anna Nastri – Responsabile Sviluppo Progetti e Business S.S.Lazio S.p.a
Stefano Disegni – Disegnatore e musicista
Lorenzo Zichichi – Editore
Anna Falchi – Attrice e soubrette
Mauro Masi – Amministratore Delegato CONSAP
Stefano Mantella – Direttore Strategie Immobiliari e Innovazione Agenzia del Demanio
Gabriele Corsi – Conduttore televisivo Rai e speaker radiofonico (Trio Medusa)
Federico Moccia – Scrittore
Federico Palmaroli – Le migliori frasi di Osho, vignettista satirico
Federica Gentile – Autrice e conduttrice televisiva e radiofonica
Tony Malco – Cantante
Alessandro Pasquale – Animatore culturale
Raffele Galli – Scrittore

I rappresentanti del mondo dello sport

Giancarlo Guerrini – ex pallanuotista, Medaglia d’oro Olimpiade Roma 1960
Salvatore Gionta – ex pallanuotista, Medaglia d’oro Olimpiade Roma 1960
Daniele Masala – ex pentatleta, Medaglia d’oro Olimpiade di Los Angeles 1984
Nicola Pietrangeli – ex tennista, conduttore televisivo e opinionista italiano
Pino Wilson – ex calciatore, opinionista televisivo e radiofonico

I rappresentanti del mondo del giornalismo

Angelo Mellone – Vice direttore Rai 1, giornalista e scrittore
Giovanna Botteri – Giornalista e inviata internazionale Rai
Mario Pennacchia – Scrittore, giornalista e divulgatore storico
Guy Chiappaventi – Giornalista, scrittore, inviato del Tg La 7
Fidel Mbanga Bauna – Giornalista
Stefano Mattei – Giornalista Rai
Michele Plastino – Giornalista, conduttore radiofonico, conduttore televisivo
Guido De Angelis – Giornalista, conduttore radiofonico, conduttore televisivo
Franco Recanatesi – Scrittore, giornalista e speaker radiofonico
Fabio Argentini – Giornalista e storico
Franco Capodaglio – Giornalista e speaker radiofonico
Giulio Cardone – Giornalista e opinionista radiofonico
Enrico Sarzanini – Giornalista e speaker radiofonico
Giorgio Bicocchi – Giornalista e responsabile comunicazione
Luigi Salomone – Giornalista e opinionista radiofonico
Paolo Signorelli – Giornalista e speaker radiofonico
Stefano Benedetti – Giornalista e speaker radiofonico
Federico Terenzi – Giornalista e speaker radiofonico
Giuseppe Vasapollo – Conduttore Lazio Style Radio
Valerio Cassetta – Giornalista e speaker radiofonico
Saverio Cucina – Giornalista e comunicatore
Alessandro Zappulla – Giornalista e comunicatore
Enrico De Lellis – Giornalista
Emanuele Artibani – Comunicatore e speaker radiofonico

I rappresentanti delle famiglie legate alla storia biancoceleste

Patrizia Nostini
Guido Gilardoni
Alessio Gilardoni
Marco Chiarion Casoni
Giorgio Chiarion Casoni
Piero Sandulli
Cristiano Sandri
Erika Balestrieri
Paco Vaccaro
Emilio Bitetti
Remo Zenobi
Carlo Gualdi
Gabriele Paparelli

A questi si aggiungono tutti quelli che hanno contribuito fattivamente nel ruolo di Fondatori:

Stefano Bacchiocchi, Franco Bernardini, Massimo Bernardini, Sergio Campioni, Alessandro Caperna, Stefano Cavalieri, Simone Chiantini, Roberto Condorelli, Michele Fanelli, Riccardo Losi, Gina Luzzatto, Maria Luisa Saponaro, Pietro Vavalli.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Storie di Polisportiva