Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio-Bayern, non è solo Ciro contro Lewa: è anche Sergej vs Leon

Per la Lazio si avvicina l’attesissima sfida contro il Bayern in Champions, che non sarà solo un duello tra le punte di diamante delle due squadre, ma anche tra i due giganti del centrocampo

Di Michele Massari

Quando il 14 dicembre 2020, ai sorteggi degli ottavi di Champions, la Lazio ha saputo che avrebbe affrontato il Bayern Monaco, campione di Germania, d’Europa (e da due settimane anche del Mondo), non avrà avuto pensieri positivi. Ora siamo a ridosso della gara d’andata e i bavaresi vivono un momento non brillantissimo in termini di risultati  (un pareggio e una sconfitta in Bundesliga) e di defezioni dovuti al Covid. Al contrario, i biancocelesti vengono da una striscia positiva di 7 vittorie su 8 partite che li hanno rilanciati in campionato.

I PROFILI DEI DUE ‘TUTTOCAMPISTI’ – Pensando a Lazio-Bayern, la prima cosa che potrebbe balzare in mente a molti appassionati è la sfida annunciata tra Immobile e Lewandowski, cioè tra il vincitore della Scarpa d’Oro 2020 ed il secondo classificato. Tuttavia c’è anche un altro duello da tenere in considerazione perché sarà altrettanto importante per conquistare il passaggio del turno ai quarti di Champions: lo scontro tra Milinkovic e Goretzka nel cuore del rettangolo di gioco. Due ‘tuttocampisti’ che hanno caratteristiche fisiche e tecniche che li rendono universali: entrambi sono dei colossi di 1 metro e 90 centimetri e sono dotati di un talento che li trasforma in calciatori speciali, con una personalità tale da trascinare alla vittoria i loro compagni.

UNA BATTAGLIA TRA GIGANTI – Le sorti di Lazio e Bayern dipenderanno molto anche dalle prestazioni di Sergej Milinkovic-Savic e Leon Goretzka: due giganti del centrocampo che possono decidere il destino dei loro compagni, a seconda di chi sovrasterà l’altro. Il vincitore di questa contesa galattica comanderà il gioco, sarà in grado di offrire al suo centravanti le occasioni per mettere il pallone in fondo alla rete e condurrà, forse, i compagni al prossimo turno.

UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE – Una cosa però è sicuramente fuori discussione: Lazio-Bayern, a prescindere da quale punto di vista la si guarderà, sarà uno spettacolo che, non solo i tifosi biancocelesti, ma anche tutti gli appassionati di calcio vorranno assistere. Peccato per gli stadi chiusi a causa della pandemia, ma anche vedere in tv questo super match di Champions darà la sensazione di assistere dal vivo a questo evento imperdibile. Si alzi il sipario e che sia una gara indimenticabile, come quella di ritorno che ci sarà il 17 marzo, soprattutto per i tifosi biancocelesti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe Signori, per me 'Ronaldo bianco', è stato uno dei più grandi giocatori biancocelesti della storia; L'unica sfortuna di questo ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Grande, antiromanista, unico"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Approfondimenti