Resta in contatto

Rubriche

La scritta per Roma Capitale: ma non erano contro i poteri forti loro?

Celebrare Roma Capitale, di chi è l’iniziativa?  Ma soprattutto… La Lazio lo sapeva?

Di Daniele Ercolani

Ma la Lazio lo sapeva?  Non esiste cosa più sbagliata che fare un processo a un reato non commesso. Avrebbe il sapore della rosicata, di qualcosa che non è accaduto per colpa propria ma per primo si è puntato il dito su qualcun altro.
Allora partiremo con una domanda: ma la Lazio lo sapeva? Perché sul Messaggero scrivono che nemmeno il Comune sapesse niente ma la notizia è uscita. Parliamo della maglia “celebrativa” che la Roma dovrebbe indossare nella sfida contro la Juventus questa sera.  La ricorrenza sarebbe per i 150 anni di Roma Capitale, testualmente da Sky Sport:
“La Roma celebra l’anniversario dei 150 anni di Roma Capitale con un’iniziativa speciale: sabato 6 febbraio, nel match di campionato contro la Juventus, la squadra di Fonseca scenderà in campo con una maglia caratterizzata da una patch con scritto ‘Roma Capitale 1871-2021‘ “.

Ma se il Comune dice di non saperlo, di chi è l’iniziativa? Capiamo bene che se fosse iniziativa del Comune, la Lazio sarebbe dovuta essere necessariamente informata. Non è un segreto che quella biancoceleste sia la prima squadra per anzianità di Roma, è stata fondata e da 121 anni è fermamente residente nella Capitale. Ma la maglia celebrativa la indosserà solo la Roma. Però furono belli i festeggiamenti e le foto di rito quando dopo il KO rifilato a Gasperini (e non solo), Presidente e co. vennero immortalati al Campidoglio… eppure la maglia che celebra la nostra città la indosseranno i giallorossi.

Capiamoci: il Comune potrebbe non entrarci. Ma le strade sono due: o la Lazio non si è permessa di festeggiare qualcosa che ha poco a che vedere con la fondazione sportiva (cosa che altrove fa comodo perché 27 anni di assenza spesso vengono confusi con le gesta di Romolo e Remo) oppure la Lazio è stata letteralmente fatta fuori. Fatta fuori a discapito di quelli contro il palazzo, contro i poteri forti ma che per l’ennesima volta sembrano essere spalleggiati da chi fa più rumore.

Sempre a rafforzare, off topic riguardo il nuovo Presidente Draghi che è stato presentato come segue:
Mario Draghi e le sue passioni sportive: la Roma, Totti e il basket” – sempre fonte Sky Sport.
Per cui, come sempre, tra i bar romani viaggia la diceria “Lotito si aggiusta i calendari” ma volente o nolente sembra che la società di Trigoria investa di nuovo i panni di ambasciatrice e rappresentante politica della capitale.
Staremo a vedere i risvolti sulle responsabilità di questa iniziativa (che non sarebbe la prima, SPQR sulle maglie docet). In ogni caso forse è meglio così. La Lazio già è inseguita da molte polemiche, almeno questa ce la siamo risparmiata. Forse.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Rubriche