Resta in contatto

Rubriche

#Diamoinumeri, Atalanta-Lazio: la vittoria di Inzaghi

Dopo la sconfitta rimediata mercoledì in Coppa Italia, la Lazio questa domenica è tornata a Bergamo per affrontare nuovamente l’Atalanta, in campionato.

Di Daniele Caroleo

La trasferta in casa della Dea è, per i biancocelesti, senza dubbio una delle più ostiche in assoluto. Nei 52 precedenti giocati in casa dei nerazzurri, prima di questa sfida, infatti, la Lazio aveva avuto la meglio appena 8 volte: l’ultima risaliva all’agosto del 2016, alla prima giornata di campionato, con la squadra biancoceleste guidata da Simone Inzaghi che si imponeva dopo un pirotecnico 4-3 firmato da Immobile (con la sua prima rete in Serie A con la maglia della Lazio), Hoedt (si, proprio lui), Lombardi e Cataldi. Le altre vittorie esterne risalivano poi al 2012 (a maggio e ad agosto), al 2002 (a febbraio e ad ottobre), al 1996, al 1957 e al 1951. Alle quali si è ora aggiunta quella di domenica pomeriggio.

Attualmente le reti complessive segnate in questo confronto pendono leggermente verso gli orobici, a quota 132, con la Lazio che ha raggiunto quota 126, ma il bomber assoluto del confronto risulta però essere Beppe Signori, che con la maglia biancoceleste ha segnato ben 8 gol all’Atalanta. Lo seguono Piola e Milinkovic (peccato quel palo), con 5 reti. Ciro Immobile, che con il suo ingresso a partita in corso nella sfida di Coppa Italia aveva intanto raggiunto le 200 presenze con la maglia della Lazio, è attualmente a quota 3 reti segnate contro la Dea. Ieri però, nonostante non abbia timbrato il cartellino come di consueto, ha comunque servito un assist delizioso per Correa: in occasione delle ultime 10 reti del Tucu, Ciro si è reso protagonista ben 6 volte con un suo passaggio decisivo.

L’altra caratteristica particolare, che si è ulteriormente confermata, in merito a questa sfida è quella relativa ai moltissimi gol segnati dalle due compagini ogniqualvolta si affrontano. Basti pensare, ad esempio, che solo negli ultimi 10 incontri, prima della vittoriosa trasferta di questa domenica, erano state messe a segno, complessivamente, 39 reti: una media di quasi 4 gol a partita. La stessa quantità di reti segnata domenica pomeriggio.

Menzioni particolari, infine, per tre calciatori biancocelesti. Il primo è Adam Marusic, autore di uno stupendo gol ad inizio partita: il montenegrino, infatti, prima del fischio d’inizio era il calciatore di Serie A con più tiri verso la porta avversaria (18) senza aver fatto gol. Una statistica, in negativo, troncata in maniera a dir poco sublime. Il secondo è Lucas Leiva, che con la partita di ieri è arrivato a quota 350 presenze nei 5 maggiori campionati europei (247 con il Liverpool e 103 con la Lazio), diventando il primo calciatore brasiliano a raggiungere questo traguardo in questo secolo. Il terzo, infine, è Pepe Reina che, come ha puntualmente ricordato LazioPage in queste ore, è stato il secondo giocatore della Lazio ad aver completato più passaggi (54) nel corso della partita contro l’Atalanta (il primo è Milinkovic, con 56), con 17 palloni lunghi accurati (almeno 8 in più rispetto a qualsiasi calciatore biancoceleste in campo) e confermandosi sempre più fondamentale per la manovra e l’impostazione dal basso della squadra di Simone Inzaghi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Rubriche