Resta in contatto

Giulio Cardone

Lazio-Roma, le Cardopagelle: Speedy, Ciro e il Toque da 10

Lazio-Roma 3-0, i giudizi del direttore Giulio Cardone

 

Reina 8

La partita perfetta di Pepe. Fa il regista difensivo e evita il gol di Dzeko, primo tiro in porta della Roma. All’85’.

Luiz Felipe 8

La partita perfetta di Ramos. Festeggia la centesima in maglia biancoceleste con una prestazione aggressiva (ma al punto giusto) e un’ammonizione immeritata. Per la seconda gara di fila, è primatista dei recuperi nell’intera partita. Quando sta bene, difensore top per velocità e agonismo.

Acerbi 8

La partita perfetta del Leone. A parte l’ammonizione, prova gigantesca del miglior difensore italiano. E l’unica volta che si perde Dzeko, ci pensa Pepe.

Radu 8

La partita perfetta di Stefan. Che gioca il derby con una serenità sorprendente, senza farsi condizionare dall’ammonizione nel primo tempo. L’ho visto felice, ne godo.

Lazzari 10

La partita perfetta – ma davvero – per Speedy Gonzalez. Un incubo per Spinazzola e soprattutto Ibanez, Manuel gioca la migliore gara della sua avventura a tutta velocità nella Lazio. Standing ovation. Quattro assist in tre gare, favoloso

Milinkovic 8

La partita perfetta del Sergente. Parte così così, poi avvia il motorin…ehm Lazzari per l’azione del secondo gol e da lì non si ferma più. Che giocatore, mamma mia.

Leiva 8

La partita perfetta di Mezzasquadra. Quando Sergej e il Toque lo aiutano, il brasiliano torna il baluardo che conosciamo. Sempre al posto giusto per intercettare i passaggi dei romanisti, un professore che continua a dare lezioni a centrocampo. L’allievo Escalante, per esempio, qualcosa sta imparando.

Luis Alberto 10

La partita perfetta del Toque. La classe con cui piazza quei due palloni all’angolo è da manuale del Tiratore, con la T maiuscola.

Marusic 8

La partita perfetta di Adam. Concentratissimo, vince il duello con il rivale dal nome che è un labirinto di consonanti.

Caicedo 8

La partita perfetta del Panterone. Si diverte nel match di lotta libera con Smalling, tanto ai gol pensano i compagni.

Immobile 10

La partita perfetta di Ciro. Fa la differenza sempre, in ogni partita, con i gol, gli assist, l’altruismo, la generosità. Leader e goleador, un fuoriclasse biondo di cui siamo follemente innamorati.

Escalante 8

La partita perfetta dell’argentino. Entra al posto di Leiva e gioca con semplicità e concretezza. Quello che serviva in quel momento del derby.

Akpa Akpro 8

La partita perfetta del ragazzo franco-ivoriano. Impreziosita dal passaggio intelligente a Luis Alberto per il 3-0.

Patric 8

La partita perfetta dello spagnolo. Anche se Dzeko si materializza alle sue spalle e per poco fa gol. Ma tanto lui sapeva che l’amico e connazionale Pepe avrebbe salvato tutto.

Muriqi 8

La partita perfetta del Pirata. Breve ma intenso.

Hoedt 8

La partita perfetta di Wes. Vedi Muriqi.

Inzaghi 10

La partita perfetta – davvero, anche per lui – di Simone. Dimostra di conoscere il derby moooolto meglio del rivale portoghese e prepara la gara senza sbagliare nulla: formazione, tattica, cambi. E ora firmerà il contratto, oh yes. Grande mister, complimenti!

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da Giulio Cardone