Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, Siviglia: “Tare uno dei segreti del club”

Lazio-Lecce Primavera, un ex biancoceleste alla guida dei pugliesi: Siviglia

L’ex difensore Sebastiano Siviglia è intervenuto nel corso di Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio .

” Igli è uno che parla perfettamente quattro lingue ed ha una mentalità molto aperta. Conosco la persona, ma non si può sapere inizialmente quali siano visioni e tendenze, penso però che abbia stupito tutti: i risultati del suo lavoro si vedono. Il punto però sta nel fare squadra: quello fa la differenza, e lui è riuscito a farlo sia con Lotito che Inzaghi. Riesce a dare senso d’appartenenza e far tirare fuori valori importanti per far remare i suoi tutti nella stessa direzione. Le sue mi sembrano scelte giuste, e voglio dargli grande merito per aver raggiunto questo livello. Sono anni che lavora bene, ed è riuscito a decentrare il potere su Simone Inzaghi dal punto di vista tecnico, provando a sfruttare le risorse messe a disposizione da Lotito.

Inzaghi? La sua scelta non fu improvvisata, c’era l’idea che un giorno comunque si dovesse sedere sulla panchina. Semmai è stato tutto anticipato, doveva andare a Salerno e poi gli hanno dato la Lazio dopo la rinuncia di Bielsa. C’è sinergia, complicità e forza nei confronti dell’ambiente, questo porta dei risultati. La giusta armonia è importante, i club in cui c’è una certa alchimia sono destinati a fare bene. Penso al Sassuolo, all’Atalanta, all’Hellas Verona o anche al Benevento, dove c’è un altro mio ex compagno come Foggia che fa il ds, come esempi. Questi sono club che danno continuità agli allenatori, come prima cosa”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "60anni,ancora problemi di vita da risolvere ma ogni volta che torno ai tempi di Beppe Signori mi commuovo e la testa si riempie di ricordi strepitosi..."

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News