Resta in contatto

Giulio Cardone

Crotone-Lazio, le #Cardopagelle: Ciro trascina, il Tucu sorprende, Parolo e Akpa top

Cardopagelle

#Cardopagelle di Crotone-Lazio firmate dal direttore Giulio Cardone. Super Ciro Immobile

Reina 6.5

La tranquillità assoluta nella bufera.

Patric 6.5

Stavolta deve fare solo il difensore, visto il terreno quasi impraticabile: non è la sua specialità, ma – a parte qualche lettura sbagliata – se la cava senza errori da matita blu. Cerca spesso Lazzari, forse troppo.

Acerbi 7.5

Impressionante anche nella tempesta. Ha ragione Bergomi: in questo momento è il migliore difensore italiano.

Radu 6.5

Maestro della scivolata, canalizza l’irruenza con l’esperienza di mille battaglie.

Lazzari 6

Corre come un pazzo su quella fascia, è la via di fuga dei centrocampisti nella palude. Dev’essere più preciso nel cross.

Parolo 7.5

Che partita, Marco. A suo agio nella guerra di centrocampo, inventa pure l’assist per il gol di Immobile. Applausi.

Leiva 7

Il terreno così pesante mi preoccupava per la sua condizione fisica, invece Mezzasquadra gioca un’altra partita pazzesca. Insuperabile davanti alla difesa, lucido quando deve rilanciare l’azione. Che giocatore, mamma mia.

Luis Alberto 6.5

Riesce nei suoi ricami anche su un campo così, incredibile. Favoloso un assist d’esterno per Caicedo. E sfiora di testa (!) il gol del 2-0. Chiude da capitano, segnale importante: la pace è fatta. Almeno fino alla prossima follia…In campo sei insuperabile, caro genio ribelle.

Fares 6

Sfiora il gol del raddoppio con un bel colpo di testa. Quando sarà in forma, dovrà essere più aggressivo sulla fascia che conosce bene. Buone indicazioni, comunque.

Correa 7.5

Non mi aspettavo una prova così convincente da parte del Tucu, su questo campo e con questo tempo: è stato bravissimo e concreto. Gol meritato, di sinistro, a chiudere la partita: gli serviva.

Immobile 8

Dopo due settimane terribili, torna e risponde nel modo che ama di più a tutte le cattiverie scritte e sentite: buttandola dentro. Un gol meraviglioso, con tuffo di testa alla Bettega. Poi l’assist a Correa, altre due reti sfiorate e il solito lavoro utilissimo per la squadra. Enorme Ciro, ti vogliamo bene.

Akpa Akpro 7

Prestazione formidabile per quantità e qualità. Sempre più a suo agio nella Lazio, gioca con la personalità che lo aveva fatto diventare capitano del Tolosa a 22 anni. Che acquisto, ragazzi.

Marusic 6.5

Per lui la fascia sinistra vale come quella preferita, zero differenze: si muove bene in entrambe le fasi, deve solo mantenere questo stato di forma.

Pereira 6

Utilizzato da seconda punta, non fa giocate decisive ma si vede che piano piano sta entrando nei meccanismi di Inzaghi.

Caicedo 6

Crotone non gli porta fortuna: può segnare il 3-0 su assist di Luis Alberto, sbaglia il secondo tocco e Cordaz si salva. Ma ci sta, dopo tanti gol pesantissimi.

Hoedt 6

Gioca da stopper di destra, un passaggio sbagliato e un bel tackle.

Inzaghi 8

Ha imparato a gestire come nessuno situazioni difficili: la sua Lazio esce dal tunnel di due settimane complicate con tre punti fondamentali. Fa bene a perdonare Luis Alberto e poi a consegnargli la fascia di capitano nel finale. E sta migliorando, Simone, doti tecniche e caratteriali di ogni singolo giocatore. Presidente Lotito, rinnoviamo l’appello: si sbrighi a chiamarlo per rinnovargli il contratto!

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

Hoedt secondo me è entrato benissimo almeno 6,5

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

Oggi Bergomi in commento ;

ACERBI E’ il difensore italiano più forte in questo momento

DECISAMENTE D’ACCORDO

Giorgio
Giorgio
7 giorni fa

Cardopagelle impeccabili come sempre!

Ruggero
Ruggero
7 giorni fa

Bravo Giulio, d’accordo con te, io avrei dato mezzo voto in più a Patric

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "In eterno per noi laziali lui e' e rimarrà per sempre lui il simbolo della nostra amata lazio!!!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile fa altri due passi verso Piola

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da Giulio Cardone