Resta in contatto

Rubriche

Lazio, la #bandainzaghi zittisce i criticoni e la stampa tedesca… e questa volta mi sta bene

Mica...mi sta bene

Ritorna la nostra rubrica diversamente diplomatica: “Viva la #BandaInzaghi”

A cura di Micaela Monterosso

La grande bellezza. No, non quella di Sorrentino – che personalmente mi mette sonno (direttore, non mi cacciare) – ma quella di Simone, di Ciro, di Luiz, di Akpa e di tutta la #BandaInzaghi. TUTTA.

La notte che ha preceduto il ritorno in Champions manco ve la racconto. Due ore – scarse – di sonno e una giornata vissuta con l’ansia del debutto, neanche fosse il primo giorno di scuola. Sì, sono diversamente diplomatica ma ho un cuore anche io… da qualche parte (chi mi segue sui social lo sa…)

Quel cuore che mi ha fatto piangere come una creatura già dalla prima nota della sigla della Champions (che Sky ha ovviamente segato per lasciar spazio alla pubblicità, tanto di soldi gliene diamo pochi).

Marchegiani al commento tecnico mi ha fatto tirare un sospiro di sollievo. Caressa – ieri – non lo avrei digerito. Peccato che pure Luca abbia le sue pecche e che, ad un certo punto, abbia detto “La Lazio è fortunata stasera”. Luca, ti voglio bene, ma sai meglio di me quanto Lazio e fortuna nella stessa frase proprio non ci possono stare – a meno che non inserisci una negazione.

Da Caressa un’uscita del genere me la aspetto, da te no.

Per fortuna, la prestazione di ieri sera ha messo tutto in secondo piano. Le critiche post Sampdoria, gli allenatori da tastiera e tutti i vari avvoltoi che si avvicinano non appena avvertono in lontananza l’odore del sangue. Invece era la carne di Olimpia, le piace cruda. Abbiate pazienza.

In pieno stile Lazio, Ciro, Luiz Felipe (si, il gol per me è il suo) e #BrigataAkpaAkpro hanno ri-messo tutti al loro posto. Silenziosi e annichiliti. Come annichilita è la stampa tedesca che nei giorni scorsi ha lanciato continue frecciatine alla nostra Scarpa d’Oro. Avete capito adesso che stupidaggine (eufemismo) avete fatto a lasciarlo andar via come un Origi qualsiasi? Ora dovreste dire che “il peggiore errore commesso dal Borussia” è stato cederlo…

A proposito di stampa… ma in Italia lo sanno che ha giocato anche la Lazio ieri sera, oppure ha segnato solo Morata? Così, per sapere. Magari nelle redazioni hanno uno strano fuso orario e la notizia non è ancora arrivata. Diamogli tempo.
La rassegna stampa di stamattina (quella nazionale, ovviamente) relega la sontuosa prestazione di ieri sera ad un piccolissimo angolino a fondo pagina (si, sempre quello solitamente assegnato ai necrologi). Quando c’è da massacrare la Lazio, le prime pagine sono tutte per noi. Al contrario, fanno gli gnorri.

Ma chi se ne frega!!! Abbiamo vinto. Stravinto contro la favorita del girone. Oggi solo applausi per tutti. Per Simone, in primis, che ha preparato la partita perfetta a dimostrazione che – quando le verdure ci sono – il brodo è buonissimo.

Lui c’ha messo la testa, i ragazzi c’hanno messo il cuore.
E quando ci mettono il cuore, non ce n’è per nessuno.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Rubriche