Resta in contatto

Oltre la Lazio

Roma, GDS: col Verona rischia il 3-0 a tavolino

Secondo la Gazzetta dello Sport la Roma rischia la sconfitta 3-0 a tavolino contro il Verona.

Rischio sconfitta 3-0 a tavolino per la Roma contro il Verona. Secondo la Gazzetta dello Sport ci sarebbe stata un irregolarità che riguarda Diawara. Nella lista dei 25 nomi in rosa per la Serie A il calciatore sarebbe stato inserito tra gli under 22 invece che tra gli over.

L’omologazione del risultato di 0-0 maturato sul campo è dunque sospesa in attesa che il giudice sportivo accerti questo fatto e decida di conseguenza. In caso di condanna, e conseguente vittoria assegnata all’Hellas, sempre stando a quanto riporta la rosea nella sua versione on line, da Trigoria sarebbe già pronto il ricorso. I giallorossi vorrebbero puntare sulla “buona fede dell’errore“, dimostrando l’assenza di dolo.

 

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Se nel 2016 e stato penalizzato il Sassuolo devono procedere con lo stesso metro di giudizio…..altrimenti sono in malafede

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non v’è state ha preoccupà a loro non li toccano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Già cominciate? Ridicoli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Se non adottano il regolamento con la perdita a tavolino della riomma scendiamo tutti in piazza

Fabio
Fabio
1 mese fa

Da ridere

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Parte lesa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Che li puniscano non ci credo nemmeno se lo vedo, sti furfanti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Tranquilli ci pensa babbo natale!!!!!!!.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma magari c’e’ cascheno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Era nel contratto per kumbulla 3 punti assicurati😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Poracci

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Dino D’amico

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Parte lesa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Totti Totti, che combini

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

So sempre parte lesa tranquilli 😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ah, la legge di gravità … Alessandro Ferri

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Si si… Noi pensano alla Roma…. Contento te…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Se é vero manco in terza categoria succede una cosa del genere

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

State a pensare alla Roma. Pensate al fatto che stanno riportando a Roma un fuori rosa del Southampton per giocare la Champions, dai su..

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile supera Signori al 2° posto all time

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, parlarci per ore ed era prorprio come viene descritto da tutti. Ho ancora la sua maglia originale: quella con il 9,..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da Oltre la Lazio