Resta in contatto

Oltre la Lazio

Damiano Tommasi si dimette dalla presidenza AIC

AIC, Tommasi: "Erano prevedibili i nuovi positivi, verranno isolati"

Damiano Tommasi non è più il presidente dell’AIC. Alla soglia della fine del suo terzo mandato, non potendo più ricandidarsi, rassegna le dimissioni.

Damiano Tommasi lascia la presidenza dell’Associazione Italiana Calciatori. È in corso oggi il consiglio direttivo dell’Assocalciatori, al termine del quale l’ex centrocampista della Roma presenterà le sue dimissioni.

La notizia è stata anticipata nella puntata di oggi de La Politica nel Pallone, in onda su Gr Parlamento. Il suo terzo mandato era comunque già in scadenza quest’anno e secondo lo statuto dell’AIC in ogni caso non avrebbe potuto ricandidarsi. La decisione anticipa quindi solo di poco la decadenza naturale della sua carica.

Si apre ora la corsa alla successione. Il Consiglio direttivo nominerà quanto prima un presidente facente funzioni che avrà il compito di convocare quanto prima la nuova assemblea elettiva.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Oltre la Lazio