Resta in contatto

Calciomercato

ESCLUSIVA, la Lazio accelera per Kumbulla: presto l’incontro con il Verona

Lazio - Verona, Felipe Caicedo e Marash Kumbulla

di Giulio Cardone, Enrico De Lellis

Kumbulla, il nome del classe 2000 è finito sul taccuino di Tare da tempo, questo non è più un segreto e il direttore sportivo sta cercando di bruciare la concorrenza (Inter e Juventus) per il centrale del Verona.

Ieri il ragazzo ha giocato una partita sontuosa contro il Cagliari. Al termine del match, ai microfoni di Dazn, il calciatore albanese ha parlato delle voci di mercato che lo riguardano: “Riesco a rimanere freddo e lucido nonostante le notizie riguardanti il mio futuro. Sono fatto così, il merito è anche del mister e delle persone che mi sono vicine”.

IL FUTURO

Il ragazzo, al di là delle smentite di rito, sa già quale sarà il suo futuro: dopo il grande campionato disputato in questa stagione con la maglia del Verona, anche ieri sera uno dei migliori in campo, lascerà il club di Setti per approdare in un grande club. Le pretendenti anche a livello internazionale non mancano, ma con molta probabilità, il ragazzo resterà in Italia dove Lazio, Inter e Juventus lo stanno corteggiando.

INTER E JUVENTUS

Insieme alla Lazio sono le due società più interessate al ragazzo, ma entrambe non possono sferrare attualmente l’attacco decisivo. I bianconeri nelle scorse settimane hanno presentato la loro offerta: un’operazione, messa in piedi dal Direttore Sportivo Paratici, da 32 milioni di euro, suddivisa in una parte cash più tre giovani della Juventus Under 23. L’intento della Juventus è quello di prendere subito il ragazzo per poi lasciarlo un altro anno in prestito al Verona. Una trattativa comunque complessa in quanto il reparto bianconero è composto già da Bonucci, Chiellini, quest’ultimo potrebbe ritirarsi al termine della stagione 2022-2023 dopo il Mondiale, Rugani e Demiral, classe 1998, molto simile per caratteristiche a Kumbulla. Il turco è molto apprezzato dalla società e dal tecnico Sarri, per lui i bianconeri hanno fatto un investimento importante non più tardi di un anno fa. La Juventus vede in lui il leader del futuro e difficilmente ci potrà essere un ruolo di spicco per il centrale del Verona. L’Inter, nella sessione invernale di calciomercato, ha provato ad imbastire una trattativa per il ragazzo, ma il calciatore non convince in pieno Antonio Conte che vorrebbe un centrale già pronto da schierare al fianco di Škriniar e del giovane Bastoni.

LA LAZIO PROVA A CHIUDERE

I biancocelesti in questo momento sono in vantaggio nella corsa al giocatore: il ds Tare ha incassato il sì del ragazzo, che preferirebbe arrivare a Roma con un posto da titolare e giocarsi la Champions League da protagonista, piuttosto che aspettare una chance sporadica da altre parti. Il Verona valuta il cartellino 30 milioni di euro, la Lazio è disposta a mettere nella trattativa qualche giocatore (Berisha) più una parte economica che si aggira intorno ai 15 milioni di euro. L’altra opzione è che il club biancoceleste possa avvicinarsi, senza contropartite tecniche, alla somma richiesta dal club veneto con un’offerta di 20-25 milioni di euro. Secondo quanto raccolto in esclusiva dalla redazione di SololaLazio.it, nelle prossime settimane, forse già nella prossima, dovrebbe andare in scena un primo contatto “ufficiale” tra i due club. La Lazio ha fretta di chiudere e vorrebbe anticipare l’impasse delle società rivali. Inzaghi ha avallato l’acquisto del centrale, pronto a costruire un reparto arretrato ancor più forte con Luiz Felipe, Acerbi e Kumbulla.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Calciomercato