Resta in contatto

News

Lazio – Verona, Acerbi: “Complimenti al pubblico meraviglioso”

Francesco Acerbi in Clinica Paideia per controlli medici

Il Leone Acerbi per i microfoni di Lazio Style Radio per le dichiarazioni dopo il match Lazio – Verona nella sfida di questa sera

Il difensore biancoceleste, Francesco Acerbi, al termine del match Lazio – Verona è intervenuto ai microfoni di Lazo Style Radio.

Il Leone sceglie di vedere il bicchiere mezzo pieno considerando i punti di distacco in classifica dalla quinta.

“Più che al rammarico, guarderei al bicchiere mezzo pieno. Mi sono rotto le scatole di guardare più ai punti persi, siamo a +11 dalla quinta.
Volevamo vincere, è normale, abbiamo preso pali e abbiamo incontrato un ottimo portiere, una squadra organizzata e che sta bene fisicamente. Abbiamo comunque un punto in più senza subire gol, vedo più cose positive che negative. Abbiamo avuto tante occasioni, un po’ di rammarico c’è, ma anche il Verona ha giocato e con un episodio storto avremmo anche potuto perdere.
Il pubblico è stato meraviglioso come al solito, ci ha dato grande energia, scenografia bellissima. Ora bisogna che ci siano ancora più vicino, vedremo dove saremo dove saremo tra un paio di mesi.
A Parma andremo con due diffidati, tra cui io, ma non è giusto pensare di toglierli per pensare all’Inter. Chi subentra ha dimostrato di fare anche meglio di chi parte titolare. Secondo me non c’era l’ammonizione di Milinkovic.

Poi scherza su Immobile: “Solo lui è ‘amore’, prima o poi la moglie dovrà farsene una ragione”

 

Dazn:

“Abbiamo fatto lo scatto di essere consapevoli della nostra forza, ma allo stesso tempo anche umili. Tutti dobbiamo sacrificarci e camminare sulla retta via. Siamo usciti dalle coppe, ma in campionato stiamo facendo cose importanti.
Sappiamo che sarà una lotta importante fino all’ultimo, voglio giocarmela e poi andare all’Europeo.
La pressione la mettono gli altri. Se alla fine saremo lì, saremmo stupidi a non pensarci. Vediamo tra un paio di mesi.

“Noi scherziamo su tutto nello spogliatoio. Guardiamo dove siamo. Siamo a +11 dalla Champions e a -4 da quelle su. asciamo juve e inter lì dove sono, noi pensiamo a noi e lavoriamo silenziosamente per la Champions. Poi si vedrà”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News