Resta in contatto

News

Inzaghi: “Dobbiamo fare mea culpa, ma ci manca un rigore clamoroso”

Lazio, anno nuovo ma stessa corsa ai record: la prova del 9 di Inzaghi

Al termine della partita, persa contro il Celtic per 1 a 2 l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio.

Simone Inzaghi ha commentato la sconfitta della Lazio contro il Celtic ai microfoni di Lazio Style Radio

“Non abbiamo concretizzato quello che abbiamo fatto. Non siamo stati aiutati, c’era un rigore clamoroso sul tiro d’Immobile. I ragazzi la prestazione l’hanno fatta, ma avremmo dovuto trovare il secondo gol e dobbiamo fare mea culpa. Non sarà facile lasciarsi alle spalle questa serata, ma questo ci deve aiutare a crescere”.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

DIMETTITI

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Rigore ce quando arbitro fischia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

lui che fa gioca’ berisca non centra niente,,,,,,

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

No te mancano 3 4 giocatori degni di giocare… Poi Luis in panca per farlo riposare.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Ci manca la grinta!!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Dispiaze per i ragazzi cit. Inzaghi

Antonio
Antonio
8 mesi fa

C’erano rigori a favore del Rennes e non si lamentarono. Lasciamo stare i rigori, solito piagnisteo, piuttosto formazione con rincalzi impresentabili, titolari vecchi a cui non si può chiedere di giocare ogni tre giorni e acquisti in pieno stile “gestore”. Inutile andare in Europa e poi non investire..e in Champions sarebbe assai peggio.

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News